Yotobi: Mostarda amara per Frank Matano e Willwoosh

Yotobi contro Frank Matano, Panpers e Willwoosh in "Mostarda"
Ecrit par

Sulla scia del grande successo ottenuto da Yotobi con Mostarda, Frank Matano e Panpers hanno risposto alle critiche piovuto addosso al film Fuga di Cervelli. E' iniziata la guerra tra youtuber?

Yotobi ha inaugurato il suo nuovo format per Youtube, denominato significativamente Mostarda, con una critica spietata al film di Paolo Ruffini "Fuga di Cervelli". La "Mostarda" di Yotobi è stata un fulmine a ciel sereno per chi, come Frank Matano, Willwoosh e i Panpers, non si aspettava certo di dover pagare lo scotto di un successo come quello del film "Fuga di Cervelli" così presto. Il nuovo format di Yotobi - annunciato in pompa magna sulla sua pagina Facebook - ha subito scatenato l'entusiasmo del pubblico: oltre 200 mila visualizzazioni nelle prime 12 ore di pubblicazione, il che per una "recensione" è tutto dire, e una valanga di commenti positivi e "spammer" volontari, che si sono preoccupati di pubblicare a getto continuo il video di Yotobi sulle bacheche dei diretti interessati, Frank Matano (che ha risposto in maniera molto "politically correct"), Willwoosh (che si è limitato a un criptico "Quante calorie si bruciano con i sensi di colpa? ") e i Panpers, che hanno replicato in maniera più argomentata e decisa.

Yotobi, tuttavia, ha mantenuto la promessa e la premessa iniziale: Mostarda, in sé, non è affatto una recensione. Le sue critiche al film Fuga di Cervelli si esauriscono a poca cosa, niente che non sia stato detto in precedenza da altri (vedi la recensione su Fuga di Cervelli fatta dal Ras Della Fossa), critiche abbastanza scontate e prevedibili da parte di un qualsiasi cinefilo, quando si parla di - orrore! - cinepanettoni e film poco impegnati. La "Mostarda" di Yotobi, in realtà, è la diretta conseguenza del suo tweet polemico emesso durante i Web Show Awards, ed è un attacco al cuore verso quegli youtuber che, secondo Yotobi, hanno "tradito" in qualche modo un codice di regole non scritte per chi sul web è nato e al web deve tutto. "Non meravigliamoci se Youtube non è preso sul serio, al di fuori del web", dice Yotobi, additando alla folla sprezzante e dal commento facile le "degenerazioni" di Frank Matano, Willwoosh e Panpers. Un punto di vista assolutamente personale, e che trae una netta linea di distinzione tra chi è rimasto fedele all'ortodossia e chi, per soldi, per successo, o semplicemente per stimolo a fare qualcosa di diverso, si è allontanato dal resto del gruppo.

Difficile dire, qui e ora, se le critiche di Yotobi e il successo virale che ha avuto "Mostarda" avranno conseguenze immediate e sul lungo periodo. Certo è che il video è stato un successo, nonostante (o grazie) la scelta drastica di uno sfondo bianco, accecante, vietato dai migliori manuali ad uso e consumo degli youtuber. Le risposte, pacate e argomentate di Frank Matano e Panpers, hanno già smorzato sul nascere quella "guerra tra youtuber" invocata da tanti. Occorrerà riflettere, sul lungo periodo, se la linea di demarcazione tra web e televisione debba essere tracciata una volta per tutte, e se il desiderio di Yotobi - un web "migliore", sotto il punto di vista dei personaggi e dei contenuti, alla televisione e ai "cinepanettoni" - non sia solo una chimera inseguita da una ristretta élite, nata sul web e, per scelta o per costrizione, in esso confinata.

Crediti: Yotuube, Youtube, Archivio web, Frank Matano