Vittorio Sgarbi: La risposta seccata su Facebook dopo il flash mob

La risposta di Vittorio Sgarbi dopo il flash mob su Facebook
Ecrit par

Vittorio Sgarbi non ha apprezzato il flash mob di ieri e il conseguente bombardamento del suo profilo Facebook con foto di gattini. Ecco la sua risposta, seccata, ma piuttosto composta. Leggila subito su meltyBuzz.

Vittorio Sgarbi probabilmente si sente più a suo agio con le capre che con i gattini. Fatto sta che il critico d'arte più famoso d'Italia non ha gradito il flash mob di ieri, a causa del quale il suo profilo Facebook è stato bombardato da foto di gattini. Un esperimento che era già stato lanciato nei confronti prima del leader leghista Matteo Salvini e poi di Beppe Grillo. E' trascurando proprio quest'ultimo, decisivo dettaglio che Vittorio Sgarbi indirizza il proprio messaggio di reazione all'evento incriminato ai grillini. "Frotte di grillini segaioli dediti, notoriamente, al più vacuo cazzeggio, da alcuni giorni ammorbano i miei post con foto di gatti e felini vari", ha scritto Vittorio Sgarbi nel post a corredo di una foto in cui posa serioso mentre sfoglia con attenzione un libro d'arte. Secondo il critico "c'è qualcosa di patologico in quello che fanno. Passare le proprie giornate davanti a un pc a insultare il "nemico" di turno rivela solo molta frustrazione, perchè evidentemente non si ha qualcosa di meglio da fare", ha aggiunto, prima di concentrarsi su una riflessione sui social network. "Facebook e Twitter sono uno strumento di comunicazione formidabile se usati per informare e informarsi. Un conto è la provocazione, altra cosa questa attività di vero e proprio stalking informatico. Piuttosto, aprite un volume e leggete. Anche se fosse solo l'elenco telefonico... ". Voi che ne pensate? Venite a dire la vostra sul nostro profilo Twitter ufficiale @meltybuzz_it.

Crediti: Facebook, Archvio web