Vittorio Sgarbi e le capre: Il video in risposta all'Aidaa

Sgarbi video capra
Ecrit par

Vittorio Sgarbi dovrà smetterla di dare della "capra" a chiunque non gli vada a genio. L'Aidaa lo attacca e lui risponde con un nuovo video

Vittorio Sgarbi ha un nuovo avversario da aggiungere alla sua già molto nutrita lista nera. Lista nera che, se fino a ieri era costituita da un vasto novero di capre - l'appellativo che da sempre il critico d'arte e politico rifila a tutti coloro che gli sembrano ignoranti o semplicemente stupidi, divenuto il suo cavallo di battaglia (o capra di battaglia) -, ora rischia di dover cambiare. L'Aidaa (Associazione italiana difesa animali ed ambiente) ha infatti presentato un esposto alla procura di Ferrara, città natale di Sgarbi, per denunciare l'uso improprio dell'epiteto "capra" rivolto a un personaggio che si vuole apostrofare per la sua ignoranza. Le capre non sono stupide, secondo l'Aidaa, e Sgarbi dovrebbe anzi imparare a vivere proprio da esse. E dire che stavolta Sgarbi l'ha presa più sportivamente del solito, rispondendo con un video che fa ironia su tutto l'affare.

Il "professore", che si è appena ripreso da un brutto malore, ripresentandosi al pubblico con un "capre!" accolto con il massimo entusiasmo, si è limitato a riflettere sull'effetto generale dei paragoni fra uomini e animali. Già il giorno dell'esposto dell'Aidaa Sgarbi aveva liquidato la faccenda rispondendo "facciano un esposto anche contro Gesù Cristo, buon pastore delle sue pecore"; ora chiude la storia con la video-risposta: "se accettiamo l'ipotesi che non posso dire capra a un uomo, bisogna ammettere che è lecita la bestemmia". Concludendo: "dirò capra quanto voglio".

Crediti: Facebook, vvox.it