Valentina Nappi: Da dove viene la paura della pornografia?

la pornostar Valentina Nappi
Ecrit par

Valentina Nappi questa settimana cerca di dare una spiegazione al timore generalizzato nei confronti della pornografia. Scopri di più su meltyBuzz.it

La “porno filosofa” Valentina Nappi ha pubblicato il suo nuovo post su Micromega, dopo la scorsa settimana in cui ha disquisito sul fatto che il porno sia antifascista, a questo giro si cimenta con un argomento ostico, rispondere alla domanda: ” perché la gente ha paura della pornografia? ”. In questo complesso e “marzulliano” interrogativo , la “star a luci rosse ” scoperta da Rocco Siffredi, assimila il porno alla “potenza” intesa come forza creatrice e potenzialità, non in senso prettamente aristotelico, proprio come “energia”. Valentina Nappi inizia la crociata contro i “tracotanti”, o per chi ha memoria di citazioni classiche, contro coloro che compiono atti di Hybris: come Zeus ce punisce la tracotanza di Agamennone nell’Iliade, lei attribuisce a costoro l’aggettivo di “mediocri” perché non si spingono oltre i limiti e limitano la “potenza” . Per spiegare meglio questo concetto occorre citare un passo di Cacciari citato a sua volta dalla Nappi : “I mediocri detestano non solo chi ‘gioca a fare Dio’, ma anche chi ‘pretende di pensare ciò che è pensabile solo da Dio’ o ‘pretende di avere scienza di ciò di cui solo Dio può avere scienza”.

>>> Leggi anche Valentina Nappi e Sasha Grey: Pornostar, influencer e intellettuali

Inseguito a questo Valentina Nappi si avvia verso una conclusione, ormai come di consueto, con un’accorata arringa contro la “civiltà della tecnica” e pregna di citazioni latine: “Le varie critiche della ‘civilità della tecnica’, del ‘capitalismo’ ecc. non sono altro che patetiche manifestazioni, figlie di una nostalgia reazionaria dell’ ‘ignoramus et ignorabimus’ e del ‘non possumus nec poterimus’, di insofferenza verso il dispiegamento illimitato e deterministico della potenza”. Dopo tutto questo sfoggio di erudizione e di citazionismo da parte della Nappi, viene naturale chiedersi ancora una volta perché la porno filosofa non inizi a tenere conferenze in merito all’ “epistemologia della pornografia ”. Il sospetto di un ghost writer inizia ad aleggiare sempre di più nella mente di chi legge i post di Valentina Nappi su Micromega.

Il Post di Valentina Nappi su Micromega
Valentina Nappi: Da dove viene la paura della pornografia?
Valentina Nappi: Da dove viene la paura della pornografia?
Crediti: MicroMega, web