Valentina Nappi: Da oggi mi definirò 'unisex'

la pornofilosofa Valentina Nappi
Ecrit par

Valentina Nappi torna a stupire, o forse no, tanto che in uno dei suoi ultimi su post su Facebook si è definita ‘unisex’. Scopri di più meltyBuzz.it

Valentina Nappi nel suo ultimo post su Facebook ha confermato il suo spirito libertario - egalitarista, infatti lei è per la parità: in tutti i sensi e sessi. Che la nostra pornostar non stia un granché a badare con chi si approccia - carnalmente e non – ormai è un fatto abbastanza noto, come possiamo ricordare dall’ultima foto “aftersex” con il cosiddetto Nazista dell’Illinois. Ma questa volta Valentina Nappi va oltre e scrive :” Basta con l'identità sessuale: da oggi in poi mi definirò UNISEX”. Sì avete capito bene “unisex”, ma non come quei parrucchieri un po’ ambigui che effettuano acconciature a prezzi esorbitanti. Come se poi fosse cosa nuova che Valentina Nappi si conceda senza alcun problema nei confronti di persone di entrambi i sessi, ma questa dalla folta schiera di lettori dei post della porno-filosofa è stata presa come un’ennesima “dichiarazione d’indipendenza” dal formalismo atavico che continua a vigere nella morale corrente. Infatti possiamo segnalare un paio di commenti che inducono proprio ad una differenziazione in senso strettamente linguistico tra le parole “bisessuale” o “eterosessuale” o simili che pongono accenti su fattori tali da diventare interessanti spunti di riflessione. Ad esempio la commentatrice Ivana Lestrange scrive: “Prima dell'avvento della religione cristiana cattolica, il concetto stesso di eterosessualità non esisteva, e non è mai esistita per migliaia di anni, quindi direi che è più anormale essere etero, che essere bsx “. Sempre sul concetto di mancanza di distinzioni risulta interessante anche il commento di Nicola Guarino che introduce il concetto di ‘pansessualità’ scrivendo : “Vale secondo me tu sei fondamentalmente una pansessuale esplicita portata alla più profonda bisessualità palese con deviazioni mentali causate dalla tua originaria eterosessualità spudorata, con contorni di omosessualità spontanea. Dimmi se sbaglio”. Tutti concetti molto interessanti che forse Valentina Nappi potrebbe approfondire in un prossimo post su Micromega.

Crediti: web