The Walking Dead 5, dodicesima puntata: Riassunto semiserio (GIFs)

The Walking Dead
Ecrit par

Eccoci alla dodicesima puntata di The Walking Dead 5. Tra diffidenze, repubblicani e amore per il campeggio, Rick, Michonne, Daryl e compagnia bella si sistemano ad Alexandria. Quanto ci vorrà prima che scoppi il massacro?

Quella di ieri si annuncia finalmente come la puntata più interessante di questa seconda parte della quinta stagione di The Walking Dead. Per una volta qualcosa che non sia un massacro splatter, una morte stupida e inutile, e prevedibili attacchi nei luoghi luoghi più improponibili: il gruppo capitanato da Rick Grimes, infatti, si è finalmente stabilito ad Alexandria, il rifugio di Aaron (sì, proprio quello che Rick ha picchiato a buffo la scorsa puntata). L’unico momento di tensione c’è stato quando un opossum ha tentato di fare uno scherzone a Rick & Co. facendo cadere un ammasso di ferraglia proprio quando stavano per entrare ad Alexandria. Non apprezzando la simpatia del piccolo mostro, Daryl lo trafigge con una freccia e l’opossum cade stecchito. “Così ti impari a fare il cretino con me, ratto del cavolo”. Che uomo.

Neanche il tempo di rilassarsi per Rick che subito è chiamato nell’ufficio del capo del Villaggio (che d’ora in poi per comodità chiameremo sindaco) per un colloquio. “Ti spiace se registro” è la prima cosa che la signora, con una fastidiosa voce da imbonitrice sociale chiede a Rick. Se non fosse stato per la faccia di cavolo e i modi da rompiscatole avrei pensato che fosse una richiesta osé, ma il sex appeal da zucchina leggermente andata, mi ha fatto scacciare il pensiero dalla mente dopo neanche un nano secondo.

« The Walking Dead » S5E12 : le recap en GIFs et en images

Nonostante le diffidenze iniziali, a tutti piace quel posto. A tutti piace il fatto che gli sia stata data una casa. A tutti piace potersi lavare e non avere quell’odore che fa scappare via piangendo persino gli zombie. A tutti ma non a lui, al maschio alfa della situazione: Daryl. Lui continua ad andare in giro per giorni senza lavarsi, zozzo e con l’opossum stecchito in mano, guardando male qualunque bambino gli si pari davanti. Non si capisce perché, dato che alla fine decide di rimanere anche lui, ma tant’è.

« The Walking Dead » S5E12 : le recap en GIFs et en images

Rick invece ci prende gusto e fa quello che stavamo aspettando da mesi: si guarda allo specchio, si tocca il viso. Dai Rick, ce la puoi fare. Prende il rasoio. Su Rick, ancora un piccolo sforzo. Inizia a radersi. Dal cortile iniziano a partire i cori, la gente srotola striscioni d’incoraggiamento, i più audaci fanno scommesse: e, alla fine Rick ce la fa e si leva quella barba oscena. Arriva anche una tipa che gli porta la carta igienica per dargli il benvenuto nel vicinato che poi si scopre essere una parrucchiera, che quindi gli fa un taglio all’ultima moda.

« The Walking Dead » S5E12 : le recap en GIFs et en images

I nostri però non si fidano ancora del tutto, quindi la notte decidono comunque di dormire tutti insieme appassionatamente. Nonostante i divani, le poltrone, i letti, e tutti i comfort che quella magnifica abitazione offre, Rick e gli altri decidono di dormire per terra con lo zaino come cuscino, neanche si trovassero in un’università occupata - almeno lì c’è l’alcol. Tanto che passa il sindaco a far visita a Rick (ma secondo voi ci sta provando? ), pensa che stanno facendo un’ammucchiata e se ne va sorridendo sorniona, parlando vagamente di “lavori” che aveva in mente di offrirgli. Poi insulta senza motivo i comunisti e chiude la porta. Vabbè.

Glenn, Tara e il ragazzo zoppo che non si è ancora capito che ruolo abbia nella serie, escono in ricognizione col figlio supponente, viziato, e naturalmente imbecille, del sindaco della città. Dopo aver rischiato di far ammazzare i tre richiamando zombie senza motivo, giustamente Glenn gli dà un pugno, stendendo quel ragazzino insopportabile. La sua odiosità è tale tra l’altro, che persino la mamma fa il tifo per Glenn quando lo picchia senza pietà.

« The Walking Dead » S5E12 : le recap en GIFs et en images

Alla fine capiamo che il sindaco ha dato un lavoro a Rick e a Michonne: saranno i nuovi poliziotti dell’allegra cittadina. Rick tutto contento si mette subito l’uniforme e si fa vedere dai suoi amici, ottenendo l’approvazione di tutti tranne che di Daryl, il quale probabilmente non ha mai avuto un buon rapporto con le forze dell’ordine. Tutto sembra risolversi per il meglio, ma Rick, che sembrava redento dal suo passato da bullo, non ce la fa più ed esplode: “Se loro non riescono a tenersi questo posto, ce lo prendiamo noi! ”. Bentornato Rick.

« The Walking Dead » S5E12 : le recap en GIFs et en images
Crediti: Archivi Web