The JackaL: La video parodia sui Foo Fighters

The JackaL e Foo Fighters
Ecrit par

I The Jackal hanno postato un video su Facebook in cui mostrano cosa si sentiva in presa diretta durante il video che ha convinto i Foo Fighters a suonare a Cesena. Sarà andata veramente così?

La settimana scorsa è stato annunciato un nuovo concerto dei Foo Fighters a Cesena, dove erano stati l'ultima volta nel 1997, dopo che 1.000 tra musicisti e cantanti si sono ritrovati nella città romagnole per suonare Learn to fly, uno dei brani più famosi del gruppo statunitense. In seguito a questa performance, diventata virale anche per la condivisione della band sul proprio profilo Twitter. Dave Grohl, il leader del gruppo, aveva risposto annunciando che i FooFighters sarebbero tornati presto a Cesena in concerto. I the JackaL, interpretando il fatto a modo loro, hanno postato sulla loro pagina Facebook un video ironico, in cui l'esibizione dei 1.000 musicisti sembra uscirne un po' ridimensionata, tra stonature e strumenti suonati un po' a caso, accompagnando la clip con il commento: "Questo è quello che si sentiva veramente durante le riprese del video realizzato dai 1000 fans dei Foo Fighters! ".

Come hanno però precisato gli stessi the JackaL, si tratta di una video parodia, tecnica che gli youtuber napoletani padroneggiano come pochi in Italia. Nonostante questo il post ha attirato delle critiche da parte di qualche utente, che li ha accusati di cattivo gusto, commentando: "Avete estratto dei pezzi. Tutto qui? In mezzo a mille se rutti secondo voi si sente? Puttanate. Siete a corto di idee". I the JackaL hanno prontamente risposto a queste polemiche cercando di smorzare i toni, scrivendo: " Ciao! È solo una parodia fatta per ridere! Un abbraccio! ". La polemica è andata avanti con altri fan della pagina che sono intervenuti, finché non sono intervenuti ancora gli youtuber per concludere la vicenda con un: "Gianni ci ha insegnato che non si è mai troppo buoni con la gente. Un Abbraccio! ". Insomma ormai le risposte di Gianni Morandi hanno fatto scuola e molti personaggi pubblici sembrano preferire le buone maniere(per fortuna), piuttosto che accendere delle inutili polemiche.

Crediti: web