Striscia la Notizia insulta Vanity Fair e Vouge via Twitter

Striscia la Notizia | Vanity Fair | Vouge
Ecrit par

Dopo le accuse di Striscia la Notizia fatte su Vanity Fair a proposito di Masterchef, il tg satirico insulta apertamente il direttore del magazine Luca Dini. Leggi i tweet su meltyBuzz.it!

A quanto pare, Antonio Ricci e il gruppo di Striscia la Notizia non si è accontentato dei numerosi insulti che si è buscato in questi ultimi quattro giorni: hanno osato ancora di più! Dopo il terzo servizio andato in onda ieri 5 marzo, sul web si è generato nuovo clamore a causa delle ulteriori illazioni fatte dal tg satirico di Canale5 e dall'inviato Max Laudadio: secondo loro, infatti, alcune testate sono rimaste scandalizzare dal loro spoiler ma in realtà sono state le prime ad aver fatto spoiler sullo stesso programma nelle precedenti edizioni. Fra le testate citate, si fa anche il nome di Vanity Fair: rea di aver annunciato in anticipo il nome del vincitore della prima stagione del talent.

Striscia la Notizia insulta Vanity Fair e Vouge via Twitter

Questa mattina il direttore di Vanity Fair ha spiegato in un suo articolo come andarono all'epoca i fatti: fu una svista causata da un errore del server del sito, non fu uno spoiler intenzionale come quello fatto da Striscia. Il direttore Luca Dini ha poi twittato il suo articolo a cui è subito arrivata una risposta dal team di Striscia la Notizia: "Livoroso sarai tu, pirla vanitoso" scrive il social ufficiale di Striscia.

Striscia la Notizia incalza con un altro tweet-insulto: "La verità è una: voi siete degli sfigati e si vede anche dalla faccia del vostro direttore". Vedi il tweet qui in basso.

Il tweet in questione causa inevitabilmente una ulteriore ondata di critiche ed insulti al Tg satirico di Antonio Ricci che, sparando nel mucchio, decide di insinuare qualcosa di piuttosto sgradevole anche sulla rivista Vouge. Insomma, se questi sono i modi con cui Striscia la Notizia fa inchiesta... urge un corso di buone maniere ed un aggiornamento deontologico!

Crediti: Sky Uno, Mediaset