Selvaggia Lucarelli risponde all'inviato di Sky sulla rissa al funerale di Pino Daniele 

Selvaggia Lucarelli
Ecrit par

Selvaggia Lucarelli risponde su Facebook al giornalista di Sky che l’ha attaccata dopo il commento sul video della rissa al funerale di Pino Daniele. Leggi il post su meltyBuzz.it

Selvaggia Lucarelli ha pubblicato un articolo su Libero nel quale parlava delle polemiche interne alla famiglia di Pino Daniele che ha ottenuto molte critiche e insulti da parte di molti utenti, in un altro post parla del celebre video della rissa che si è scatenata ai funerali del cantante partenopeo. Alle critiche sull’articolo Selvaggia Lucarelli risponde in maniera semplice e scarna definendo i suoi detrattori come la “parte marcia” di Napoli che con i loro commenti del tutto superficiali “si racconta da sola”, ma si concentra di più su un post scritto dal giornalista di Sky Paolo Chiariello che la critica per quella che avrebbe definito una “frase velenosa” di commento al video che diceva: ”L'inviato di Sky che parla compunto e i due che si prendono a mazzate in Piazza del Plebiscito dietro di lui. Momenti indimenticabili”.

Paolo Chiariello l’apostrofa come “una certa Selvaggia Lucarelli” e questo alla nostra penna affilata pare proprio non andar giù, infatti in questo post ribadisce la sua “influenza” sui media italiani, ricordando soprattutto il suo impegno per far venire alla luce la questione della “Terra dei Fuochi”: all’atto pratico gli dà del disinformato. Non finisce qui, perché la disintegrazione verbale del malcapitato Chiariello avviene sul finale in cui Selvaggia Lucarelli scrive: “E infine, se lo lasci dire, visto che fa il giornalista sdegnato, sappia che sono sdegnata anche io nel vedere un italiano così sciatto e approssimativo nel suo post. Congiuntivi assenti, punteggiatura a caso, noncuranza scritto "non curanza" e così via. Del resto, l'ho vista in collegamento più volte in questi giorni e l'ho trovata decisamente non all'altezza del ruolo e della tv per cui lavora, ma l'avrei tenuto per me. Avrei scelto la strada della noncuranza. Tutto attaccato però.”

Crediti: facebook