Selvaggia Lucarelli: Gli italiani, Cracco e l’ossessione per la cucina

La blogger Selvaggia Lucarelli
Ecrit par

In un lungo e articolato pezzo su Libero, Selvaggia Lucarelli fa un caustico ritratto dell’italiano-tipo che sembra reagire ormai solo quando vede minacciati i propri riferimenti culinari: Masterchef, Cracco e la pasta all’amatriciana.

Selvaggia Lucarelli torna a colpire e questa volta il suo bersaglio, più ambizioso, sono gli italiani della “grande abbuffata” catodica di chef, fornelli e piatti televisivi. In un lungo j’accuse infarcito di citazioni, similitudini e ironia (figure retoriche care alla web influencer), Selvaggia Lucarelli fa una lunga carrellata dei cosiddetti “scandali ai fornelli”: lo spoiler di Masterchef rivelato da Striscia la notizia, la denuncia del programma da parte di alcuni concorrenti (con una ragazza che lamenta la disoccupazione), McDonald’s sponsor di Expo, Carlo Cracco dalla De Filippi che ha parlato di aglio nell’amatriciana, il dado nella caponata siciliana, la ricetta sbagliata dei pizzoccheri cucinati in TV con Antonella Clerici. Selvaggia esordisce con uno scenario grottesco-apocalittico: “Meriteremmo tutti di finire in un’enorme tavolata lunga dalle Alpi a Lampedusa, noi italiani, e di morire ingozzandoci come ne “La grande abbuffata"” e conclude con un appello a Grillo: gli italiani li puoi scuotere solo toccando il loro piatto di pasta. L’ennesima, triste, amara conferma dello stato attuale delle cose. I commenti applaudono l'analisi della Lucarelli, ma di chi starebbe parlando esattamente? Non è forse che, come diceva una famosa canzone, "Gli altri siamo noi"?

Crediti: archivio web