Selvaggia Lucarelli: Belen-Stefano De Martino, Renzi-Boschi, i grandi divorzi del 2015

selvaggia lucarelli, maria elena boschi matteo renzi, belen stefano de martino
Ecrit par

Selvaggia Lucarelli torna sull’argomento divorzio Belen-Stefano De Martino e coglie l’occasione per fare una carrellata dei divorzi illustri 2015. Poco natalizio ma comunque da gustare…

Dopo il primo post sul sollievo che ha provato al divorzio Belen-Stefano De Martino (sempre a causa dell’annosa questione del Ricci), Selvaggia Lucarelli torna sul tema con un excursus per Il Fatto Quotidiano (pubblicato anche da Dagospia) sui divorzi 2015. Tra mariti e mogli, ma non solo. E tra tutti spicca chiaramente quello più inaspettato, tra Belen Rodriguez e Stefano De Martino. Le separazioni più dolorose del 2015, secondo la Lucarelli, sono 5: il divorzio di Marino da Roma (“Bisogna ammettere che il povero Ignazio ha provato in tutti i modi a salvare il matrimonio. Perfino quando è stato ufficializzato il divorzio, lui ha continuato a piagnucolare e dichiarare amore alla città come tutti gli amanti feriti”); la “separazione in casa” Renzi-Boschi (“Qui la faccenda è più complicata perché il matrimonio tra i Romeo e Giulietta del Chianti andava a gonfie vele. Si lanciavano anche messaggini in codice. Lei metteva il pantalone elasticizzato blu e lui rispondeva con quello col risvoltino. Poi la vicenda della Banca Etruria. Romeo dice a Giulietta "rinnega tuo padre". Lei che allora dichiara "lo amo ma se ha sbagliato deve pagare" manco fosse Carolina Kostner che commenta lo scandalo del fidanzato dopato”).

Il terzo è quello di Belen e Stefano, già commentato da Selvaggia e qui ri-analizzato nei dettagli (“Un amore fondato sui valori portanti e inscalfibili di quelle famiglie di una volta che non esistono più: lo stesso tatuaggio da camionista bulgaro sull' avambraccio, i selfie insieme, le vacanze al mare con le famiglie al seguito come i narcos messicani, i video col bimbo che a due anni ha più foto lui della Torre Eiffel, le pubblicità in coppia come i David e Victoria Beckham di Forcella, lui che per stare con lei aveva appeso il tutù al chiodo e ormai, pur di non fare nulla che oscurasse la primadonna argentina, passava le giornate a pulire le fughe nere nella doccia”).

Poi è finito l’amore bipartisan tra Laura Ravetto e Dario Ginefra (“Lei sente l'esigenza di affidare a Twitter un annuncio che per gravità e urgenza è secondo solo a "un asteroide è entrato in rotta di collisione con la Terra" e cioè: "Da oggi sono single. Lo dico prima che qualcuno mi paparazzi con altri e dica che tradisco il mio fidanzato. Non ho più alcun fidanzato". I paparazzi (…) vanno su Google a cercare chi sia Laura Ravetto”; infine l’addio Berlusconi-Bondi (“Neanche Albano e Romina si sono lasciati così male. Neanche Woody Allen e Mia Farrow. Neanche Boldi e De Sica. Il divorzio tra Sandro Bondi e Berlusconi, dopo decenni d' amore, è stato tra i più inattesi e dolorosi dell' ultimo secolo. Silvio che dice "stia zitto". Bondi che parla di miseria morale”). Che dire… finiscono gli anni e finiscono anche i grandi amori (o quelli che avevano creduto di essere tali).

Crediti: Tzetze, Igossip, Archivio web, Crozza, La7, web