Sanremo 2016, Dear Jack: "Grazie sbiaditi!"

I Dear Jack e i the JackaL
Ecrit par

I Dear Jack stupiscono con un "grazie sbiaditi" alla fine della loro cover di "Un bacio a mezzanotte" del Quartetto Cetra. Il suggerimento arrivava dai The JackaL.

Che Sanremo 2016 fosse il Festival all'insegna dell'antirazzismo e dell'autoironia lo si era già abbondantemente compreso dalla prima serata (e confermata nella seconda). Il connubio fra i due motivi ricorrenti è firmato Dear Jack, con lo zampino decisivo dei The JackaL, che stanno partecipando da casa con le loro scommesse con gli artisti. Ci sono riusciti con Clementino e con Noemi, oggi si ripetono con i Dear Jack. I The JackaL hanno suggerito a Leiner Riflessi (che è di colore) di salutare il pubblico con uno spavaldo "grazie sbiaditi!". Sfida accolta, e scommessa vinta per i Dear Jack: Leiner lo ha detto davvero, alla fine del brano. Ottima sottotrama comica per i Dear Jack, che aprono con il direttore d'orchestra con in testa una parrucca rasta, e chiudono con "Grazie sbiaditi!"

Crediti: Archivio Web