Sanremo 2015: Saverio Raimondo riporta la satira al Dopofestival e Twitter apprezza

Saverio Raimondo Dopofestival
Ecrit par

Esordio col botto per il Dopofestival condotto da Saverio Raimondo e Sabrina Nobile. Positivi i pareri su Twitter, con molti utenti che l'hanno preferito al Festival. Leggi di più su meltyBuzz!

“Ebbene sì, sono un nano ma questo non è un video porno” e “Voglio squirt in trend topic su Twitter”. Le prime due battute del monologo iniziale di Saverio Raimondo al Dopofestival hanno subito messo in chiaro le cose: tira tutta un'altra aria rispetto al paludato Festival ed al criticatissimo intermezzo comico di Alessandro Siani, stroncato su Twitter. Saverio Raimondo non si è risparmiato ed ha fatto capire che il Dopofestival sarebbe stato un po' il contraltare del Festival e che avrebbe criticato le situazioni incensate in prima serata, come nel caso della famiglia Anania, ospite sul Palco dell'Ariston con i sedici figli a corredo in uno spot contro l'aborto che è stata indicata invece da Saverio Raimondo come la causa principale dei problemi di sovraffollamento e malnutrizione nel mondo.

Sanremo 2015: Saverio Raimondo riporta la satira al Dopofestival e Twitter apprezza

La maggior parte dei commenti su Twitter (il cui flusso potete consultare qui) sono stati estremamente positivi sul Dopofestival e le critiche si sono concentrate soprattutto sulla scelta di mandarlo in onda soltanto online e non in televisione. Giusto o sbagliato? Probabilmente la scelta è stata azzeccata, sia perché la RAI dà un segnale di modernità, sia perché contenuti così forti non si vedevano in tv da almeno dieci anni ed il gusto del pubblico televisivo è decisamente disabituato a questi temi e saremmo stati a rischio censura con novelli editti bulgari alle porte. Del resto anche le battute abbastanza feroci fatte sulla stessa RAI (ad esempio sull'uscita della RAI da YouTube) lasciano pensare che probabilmente un programma di questo tipo dia il meglio in un'oasi di libertà maggiore come quella garantita dal web. Che poi tutti ci auguriamo che anche in televisione si possa fare una comicità diversa da quella telefonata di Zelig, questo è un altro discorso.

Crediti: Saverio Raimondo, Quotidiano Naizonale