Salone del Libro 2015: Quando i social aiutano i libri, il caso #TuttiPerHacca

Quando i social network stanno dalla parte dei libri
Ecrit par

I social network tolgono tempo alla lettura? Senza dubbio, ma a volte, se usati con intelligenza, possono aiutare l'editoria anche e soprattutto nei momenti di difficoltà. Ecco un esempio che proviene direttamente dal Salone del Libro di Torino 2015.

C'è chi, come ha raccontato lo scrittore Paolo Cognetti a noi di melty, pensa che i social network possano diventare dei nemici pericolosissimi per la lettura. "Nei ragazzi - ci aveva spiegato - la presenza costante della Rete sta sostituendo, o forse ha già sostituito, la lettura di un libro come risposta alla solitudine, al tempo vuoto, alle proprie domande interiori". Come dargli torto? Ma Internet e i social network possono anche diventare dei preziosi alleati. Perfino per gli editori. Pensiamo al lavoro che la casa editrice indipendente romana "minimum fax" - che edita lo stesso Paolo Cognetti, tra l'altro - svolge quotidianamente sui social network. Basta osservare il profilo Twitter ufficiale del marchio per rendersene conto e per capire quanto una casa editrice possa avvicinarsi al lettore e renderlo partecipe di tutto (o quasi) ciò che riguarda non solo le pubblicazioni e gli autori, ma anche il dietro le quinte. Durante il Salone del Libro 2015, seguire il profilo Twitter di minimum fax era come esserci in prima persona. L'ho verificato con mano. Ovvio che i lettori li abbiano premiati e che lo stand (e le casse) fossero sempre pieni.

Ma non si tratta solo di marketing editoriale. Sabato scorso, infatti, un malintenzionato ha rubato l'intero incasso dallo stand della casa editrice Hacca al Salone del Libro. Immediatamente c'è stata la mobilitazione degli altri editori, indignati per quanto accaduto, che si sono coalizzati grazie all'hashtag #TuttiPerHacca, pubblicizzando sui social i libri della casa editrice vittima del furto e invitando i lettori ad acquistare titoli del loro catalogo. E non è un caso che dietro l'iniziativa ci fosse lo zampino della minimum fax, appunto. "Solidarietà tra gli editori - si legge in un post sul profilo Facebook del Salone del Libro. - Dopo il furto dell'intero incasso della giornata di sabato avvenuto ieri sera allo stand Hacca nel padiglione 1, è stato lanciato da Davide Ferraris di Minimum Fax, libreria Therese di Torino, l'hashtag #TuttiPerHacca seguito da "Chiedeteci perché". Un bell'esempio delle potenzialità di Internet a favore dei libri. E tu cosa ne pensi? Vieni a dire la tua indirizzando i tuoi commenti al nostro account Twitter ufficiale @meltybuzz_it.

Federico Iarlori - @fredjarl

Crediti: Archivio web