Referendum in Grecia: per Tsipras e Merkel, un Grexit di gattini #Kittens4Greece (poi annullato)

Gattini su Grexit
Ecrit par

Domani è il giorno fatidico per la Grecia: il referendum sull'austerity. Come risolvere il dilemma? Con la pucciosità e i gattini. Il flashmob virtuale #Kittens4Greece (che è poi stato cancellato).

Abbiamo parlato diverse volte del Progetto Kitten e dei loro flashmob virtuali: tra le vittime dell'amore gattoso ci sono Matteo Salvini, Beppe Grillo, Vittorio Sgarbi, Selvaggia Lucarelli... Tanti e famosi, si sono visti invadere di gattini sulla loro timeline. Ora ci hanno provato con un argomento più delicato da trollare: il referendum che domani vedrà i greci andare alle urne per dire "Sì" o "No" al piano di austerity europeo allo scopo di ripagare il debito del Paese verso l'Unione europea e le sue istituzioni. Ma cosa ha causato veramente la crisi greca? Secondo il progetto Kitten la risposta è chiara "la crisi della Grecia è stata generata dalla mancanza di pucciosità. Con una iniezione di pucciosità possiamo sperare di salvare le cose". Sulla base di questo pressuposto oggi era prevista una invasione id gatti "su tutto ciò che riguarda GREXIT, il potere e la politica europea ma pieno di gattini, il parlamento EU sarà visto come mai prima d'ora. Al motto di 'Kittens everywhere to Save Greece' e 'post a kitten against Grexit' inonderemo le bacheche dei giornali e radio tedeschi e greche nonchè la bacheca di Tsipras e della Merkel". Purtroppo però, e stranamente anche, rispetto agli altri eventi che hanno avuto una partecipazione consistente, il flashmob, per mancanza di partecipanti, è stato cancellato. L'evento, che esiste ancora on line, si chiama "#kittens4Greece - Inondazione controllata di gattini per pucciosare il #grexit". Cosa ne pensate?

Crediti: FACEBOOK