Putin che invade cose: L'intervista alla pagina FB

La pagina Facebook "Putin che invade cose"
Ecrit par

Questa settimana per la rubrica "3 domande a" abbiamo intervistato la divertente pagina Facebook “Putin che invade cose”. Scopri di più.

In queste ore Stati Uniti e Russia stanno per approvare un negoziato che riesca a colpire l’Isis alle sue fondamenta, ovvero per quel che riguarda le attività economiche che permettono a quest’organizzazione di finanziare le proprie azioni terroristiche. Quest’accordo ha al suo interno un’ulteriore valenza storica, dopo le tensioni sull’Ucraina, Putin e Obama hanno ripreso le loro politiche diplomatiche riuscendo a fare fronte comune contro questa minaccia che incombe sull’Occidente. I due leader stanno vivendo sicuramente un momento particolare della loro esperienza governativa: il presidente russo sta vivendo un momento di popolarità nell’immaginario collettivo che lo rappresenta come “l’uomo forte”, mentre il suo collega americano sta vedendo calare la sua immagine, anche per la sua prossima scadenza del mandato. Così Putin sta spopolando sui nostri social media, con gli utenti che si dividono tra chi lo vorrebbe a capo di una coalizione internazionale anti Daesh, e chi, invece, approfitta per fare satira su questo personaggio, creando pagine Facebook ad hoc. Se qualche settimana fa vi avevamo proposto un surreale colloquio con i “Figli di Putin”, per la nostra consueta rubrica 3 domande a vi presentiamo la divertente community-page “Putin che invade cose”.

Innanzitutto, chi siete e cosa fate nella vita? Come e quando vi è venuta l'idea di creare questa pagina? Allora, siamo due admin, entrambi studiamo all' università. Teniamo molto all'anonimato, quindi non potrò scrivere altro a proposito della nostra vita personale. L'idea della pagina è partita da uno degli admin, la mattina, sull'autobus, completamente a caso. Il successo, se così possiamo chiamarlo, è stato del tutto inaspettato.

Quale può essere secondo voi il ruolo di Putin nell’organizzazione di una coalizione mondiale anti-Isis? Riuscirà a convivere con l’Obama pensiero? La nostra è una pagina satirica, non politica, quindi le nostre opinioni politiche sono personali e del tutto esterne a ciò che pubblichiamo. Se all'inizio dell'anno facevo dei post che in fondo esprimevano le mie idee politiche, principalmente delle critiche accanite nei confronti di Putin (dato che sono nato in Ucraina e ciò che sta succedendo nel mio paese mi sta toccando personalmente), l'ho smesso di farlo da tempo, anche perché la gente era piuttosto disinteressata ed i post erano poco seguiti (o forse perché semplicemente i pareri non combaciavano). Col tempo ho smesso di seguire le vicende politiche e mi sono buttato su una pura satira.

Quali sono i post che hanno avuto più successo e quali sono i commenti più divertenti che avete ricevuto dai vostri fan? I post che sono riusciti ad avere il maggior successo, sono quelli che rispecchiano esattamente il titolo della pagina, ovvero quelli in cui Putin ha un desiderio ossessivo di invadere cose arrivando all'assurdità e puro nonsense. "Lettonia" che festeggia la sua "indipendenza"- fatto. La luna? Fatto. Narnia? Sparta? Si sa che sono delle terre dei filorussi. Approfittiamo di quest’intervista per ringraziare tutti i nostri fan, che ormai sono più di 50'000! Vi vogliamo bene.

Crediti: web