Pogba: Su Twitter parte la discussione cessione sì/cessione no

Paul Pogba Twitter
Ecrit par

Paul Pogba è il calciatore del momento: il campionato italiano riuscirà a trattenerlo di fronte ad un'offerta irrinunciabile? Su Twitter è partito il dubbio amletico: vendere o non vendere?

Paul Pogba, in questo momento, è di gran lunga il miglior giocatore del campionato italiano. Il talento francese della Juventus, concentrato di tecnica, atletismo e forza fisica, a soli 22 anni sembra ormai aver avvicinato il trono migliori giocatori del mondo e ha su di sé l'attenzione di tutte le società più ricche del continente. Sono lontani i tempi in cui le squadre italiane riuscivano a trattenere i migliori giocatori e di fronte ad un'offerta che dovesse raggiungere l'enorme valore che Allegri ha stabilito per il suo fenomeno, 100 milioni di euro, la Juventus difficilmente riuscirebbe a dire di no. Pogba è entrato in trend topic su Twitter ed è partita la polemica: cessione sì o cessione no?

Se guardiamo la storia juventina, verrebbe da rispondere “cessione sì”, visto che con l'analoga vendita di Zidane la Juventus acquisto Buffon, Thuram e Nedved rafforzando di molto la squadra e ponendo le basi per i futuri successi bianconeri. Guardando gli odiati interisti, la cessione a peso d'oro di Ibrahimovic consentì di acquistare Eto'o, Milito, Thiago Motta, Lucio e Sneijder, costruendo così di fatto l'ossatura della squadra del triplete. Su Twitter i pareri sono discordanti, con chi ricorda i precedenti positivi appena citati e chi è apertamente contrario alla cessione, come @MonicaJuventus che twitta “Invece di godervi quella meraviglia di giocatore che abbiamo, spaccate le palle solo con discorsi sulla vendita di Pogba. BASTA BASTA BASTA! ”. C'è anche chi, come il giornalista @tancredipalmieri, una delle vittime di Gasparri su Twitter, da un punto di vista più dietrologico ci ricorda che “Ammesso che la Juve voglia tenersi Pogba - e non concesso - l'unica maniera per rabbonire Raiola sarebbe prendergli Balotelli...”.

Crediti: web , lapresse