Petaloso: Cosa significa esattamente il neologismo che sta infiammando Twitter?

Petaloso è il neologismo che diventa virale
Ecrit par

L'Accademia della Crusca ha risposto alla lettera dell'insegnante del piccolo Matteo, a cui va il merito di aver inventato un neologismo: l'aggettivo "petaloso". Twitter è in fermento!

Petaloso. Un aggettivo bizzarro, mai sentito, eppure tenerissimo ha scalato la Trend Topic italiana su Twitter e sta conquistando il web. Di cosa si tratta? Il teatro della vicenda è la scuola elementare "Marchesi" di Copparo, in provincia di Ferrara. Durante una lezione sugli aggettivi, il piccolo Matteo scrive sul suo compito la parola "petaloso". La sua professoressa, colpita dalla bellezza dell'aggettivo, decide di scrivere una lettera all'Accademia della Crusca, che, nella sorpresa generale, ha risposto. "La tua parola è bella e chiara - si legge nella lettera -. Ma sai come fa una parola ad entrare nel vocabolario? Perché entri in un vocabolario, bisogna che la usino tante persone e tante persone la capiscano. Se riuscirai a diffondere la tua parola tra tante persone e tante persone in Italia cominceranno a dire ‘Come è petaloso questo fiore', ecco allora che petaloso sarà diventata una parola dell’italiano".

Detto fatto. I social sono in fermento e ora si fa a gara ad usare il più possibile il neologismo coniato dal piccolo Matteo. "Svegliarsi e trovare #petaloso nei TT. Mi sembra folle. Poi penso che forse abbiamo bisogno di sognare e questo sembra un sogno molto bello", ha twittato @Marghe1973. In molti, come lei, non riescono a resistere al fascino del neologismo, che sembra ispirare a tutti un'irresistibile dolcezza. "#petaloso è magico. È innocenza di un bimbo che immagina, crea. Quello che molti adulti non sanno più fare", ha scritto su Twitter @Mattyvic87. E così, in queste ore, tutto sta diventando petaloso, anche un po' a caso: da Miguelito al San Nicola di Bari. E non manca la consueta ironia. "Prima di #petaloso ci sono una marea di parole inventate da Luca Giurato", ha commentato @pirata_21; "Bravo piccolo Matteo che hai inventato la parola #petaloso e per questo i compagni ti metteranno la testa nel cesso tutte le ricreazioni", ha scritto @TristeMietitore.

Resta solo da chiarire un particolare sul quale ci stiamo arrovellando qui in redazione. L'aggettivo "petaloso" significherebbe "pieno di petali", come abbiamo imparato leggendo la lettera di risposta dell'Accademia della Crusca, oppure "a forma di petalo"? Il concetto è: ha senso definire un fiore "petaloso", oppure è scontato e ridondante? Non avrebbe più senso, invece, utilizzarlo in un contesto alternativo? Ci abbiamo pensato asservando la vignetta di Makkox, che giustamente fa l'esempio di Miguelito, l'amico di Mafalda che ha i capelli a forma di petalo. Non sarebbe questo il modo migliore per utilizzare il bel neologismo del piccolo Matteo? Voi che ne pensate? Venite a dire la vostra twittando al nostro account ufficiale @meltybuzz_it.

Crediti: web