Papa Francesco: "Gireremo un musical coi libri di Nuzzi e Fittipaldi"

Il Corriere della Resa
Ecrit par

IL CORRIERE DELLA RESA – Clamorose indiscrezioni provengono dal processo a Nuzzi e Fittipaldi: Papa Francesco starebbe pensando di acquisire i diritti dei libri per trarne un musical.

In questo momento due cittadini italiani stanno subendo una tremenda ingiustizia: non stiamo parlando dei marò ma di Emiliano Fittipaldi e Gianluigi Nuzzi, sotto processo in Vaticano per un reato che in Italia reato non è: giornalismo. Anche se, in effetti, guardando Del Debbio qualche dubbio ci viene. Il Corriere della Resa è riuscito ad intercettare una fonte vaticana che ci ha rivelato dei retroscena clamorosi su questo triste processo: Papa Francesco sarebbe orientato a non bruciare gli imputati in Campo de' Fiori per non disturbare la movida del sabato sera ed avrebbe pensato ad una pena alternativa per chiudere la vicenda con la soddisfazione (quasi) di tutti.

VATINCANTO - IL MUSICAL

Il Pontefice, infatti, sarebbe rimasto colpito dal grande successo di pubblico e di critica ottenuto da Spotlight ed avrebbe pensato, come pena per i due, di requisire i diritti sui testi e trasformarli nel film “Vatincanto – Il Musical”, per la regia di Fabrizio Frizzi. La trattativa col Governo italiano per avere il permesso di acquisire i diritti su libri scritti nel nostro paese è stata definita nel seguente modo dal Vaticano: "sono stati dieci secondi estenuanti". Nel film, liberamente ispirato ai testi dei giornalisti alla sbarra, il Cardinal Rossi (personaggio di fantasia interpretato da Terence Hill) riuscirà a provare, con indagini estremamente accurate basate sullo studio della Bibbia, la totale inconsistenza delle tesi di Nuzzi e Fittipaldi (interpretati per l'occasione dai simpaticissimi Ficarra e Picone), nonostante l'inefficienza del suo fido collaboratore Alessandro (uno strepitoso Nino Frassica, che sostiene col duo comico siciliano la parte brillante dell'opera). Al termine della pellicola il severo ma giusto giudice De Arcangelis (Flavio Insinna) dichiarerà il cattolicesimo unica religione della Via Lattea (non dell'Universo ma proprio della Via Lattea, precisione terminologica che va a strizzare l'occhio anche agli amanti della scienza). La pellicola, con la toccante colonna sonora dei Modà, vedrà l'esordio sugli schermi del Piccolo Coro dei figli dei Vescovi (coi volti pixellati perché in alcuni casi le somiglianze sono proprio forti). L'Oscar è prenotato, vi aspettiamo al cinema il prossimo Natale.

Crediti: Archivio web, web