Olanda-Argentina: I 5 temi più discussi sui social network

L'ala offensiva dell'Olanda, Arjen Robben
Ecrit par

La semifinale tra Olanda e Argentina non ci ha regalato grandi emozioni. Ma sui social network non ci si annoia mai. Rivivi il match scoprendo i 5 temi più discussi dagli internauti.

Olanda-Argentina non è stata certo una semifinale che finirà negli annali. L'equilibrio tra le due squadre ci ha regalato una partita molto "tattica", in altri termini noiosa, tanto che alla fine è stato difficile dire chi abbia davvero meritato di passare il turno. Alla fine l'ha spuntata l'Argentina (4-2) alla roulette dei rigori: nonostante l'assenza di Di Maria e un Messi praticamente inesistente, è riuscita a staccare il biglietto per la finale al Maracanà di domenica 13 luglio. Secondo gli internauti, gran parte del merito della vittoria va al capitano Mascherano, autentico leader carismatico e autore di un tacle decisivo su un'azione di Robben che avrebbe potuto chiudere la partita. E invece, niente da fare per gli Oranje, che senza il portiere ipnotizzatore Krul si è dovuta arrendere. Incontenibili le lacrime del biondissimo figlio di Arjen Robben, che comunque - sottolineano gli internauti - si è battuto come un leone fino alla fine. Siamo tutti in attesa della finalissima, dunque, quella che è già stata più volte definita il derby tra i papi: il dimissionario Ratzinger e l'idolo Bergoglio. Ma il tormentone ha già stufato gli internauti, che su Twitter si fanno sentire. Ecco i 5 temi più discussi dagli utenti sui social network.

1) La noia

Per gli spettatori non è stato facile tenere gli occhi aperti durante questa semifinale dei Mondiali 2014. La partita è stata molto equilibrata e le occasioni poche. I commenti e le battute ironiche si sprecano.

2) L'assenza di Krul ai calci di rigore

Van Gaal, che aveva sorpreso tutti nei quarti contro il Costa Rica, ovvero fare entrare il portiere rigorista Krul subito prima dei calci dal dischetto, non ha fatto il bis. Gli internauti e i giornalisti si chiedono perché non abbia ripetuto quella scelta vincente. Il portiere titolare Cillessen, infatti, non si è mostrato all'altezza della situazione.

3) Il capitano Mascherano

Il suo tacle su Robben, lanciato verso la porta di Romero, è stata probabilmente l'azione più importante del match. Da segnalare anche il suo ruolo di motivatore della selezione albiceleste. Soprattutto prima dei calci dal dischetto. Un vero leader.

4) Il derby dei papi

La sconfitta dell'Olanda ha trasformato il già pronosticato derby tra i papi in una certezza. Sui social network già non se ne può più delle battute su Ratzinger e Bergoglio.

La dolcezza di Robben

Secondo gli internauti sono le immagini più belle di questa seminale: Arjen Robben che consola il figlio in lacrime dopo la sconfitta. Il video, ovviamente, è virale.

Crediti: web