Michael Schumacher e Paul Walker: Bufale ad alta velocità

Michael Schumacher e Paul Walker, anche le bufale corrono con loro
Ecrit par

Non si fermano le illazioni e le bufale del web sulla morte di Paul Walker e l'incidente di Michael Schumacher. Il momento verità su meltybuzz.it.

Mentre il nuovo bollettino medico del 31 Dicembre lascia intravvedere qualche squarcio di speranza sulla sorte del pluriridato campione di Formula Uno, Michael Schumacher, non si fermano le bugie e le illazioni sulla dinamica del suo incidente e le immediate conseguenze. Michael Schumacher e Paul Walker, simboli, a loro modo, di un tempo che va di fretta e non aspetta chi rimane indietro, sono stati in questo ultimo mese del 2013 protagonisti loro malgrado delle peggiori bufale e idiozie che la Rete - e, in particolare, i siti d'informazione - hanno potuto partorire. Noi di meltybuzz.it siamo rimasti costantemente all'erta, per smentire sul nascere ogni ipotesi o indizio falsificato, generato dal rumore di fondo dei social e divenuto per alcuni "notizia" da sparare ai quattro venti, senza preoccuparsi della sua autenticità.

Così è stato per Michael Schumacher, vittima di un disastroso incidente sugli sci domenica 30 Dicembre. Incidente che, nel corso dell'ore, ha rivelato tutta la sua gravità, costringendo i medici a ricorrere al coma farmacologico per Schumi e i giornalisti a fidarsi delle poche notizie trapelate dall'ospedale di Grenoble, andando a caccia di ulteriori particolari dispersi per i social. E così è stato per la falsa foto dell'incidente di Schumacher, ripresa da magazine autorevoli come il Mirror, e per le numerose pagine Facebook in sua memoria, che hanno suscitato lo scandalo e l'indignazione della stragranda maggioranza degli utenti web, sinceramente preoccupati della sorte del campione. Da ultimo, gli epic fail di certi giornali online, che hanno pubblicato il coccodrillo della morte di Schumacher, salvo poi trincerarsi dietro la sempreverde scusa dell'attacco hacker.

Simile per modalità e per valore simbolico della tragedia, la morte di Paul Walker ha generato una quantità tale di bufale da costringerci a fare più volte il punto della situazione, per i lettori persi in mezzo al mare delle vere e false notizie. Nell'ordine, si è spacciata per vera una lettera scritta su Facebook da un profilo fake di Meadow Walker, la figlia di Paul. Si è dato per certo l'arrivo di Justin Bieber a Fast And Furious 7, sulla base di un vecchio video trailer finto tornato virale dopo mesi, e così per Cody Walker, sulla base di una frase scritta su una pagina Facebook fotocopia dell'originale. Per arrivare, infine, alle speculazioni sulla sua morte: da chi, come Tila Tequila, ha parlato di assassinio, a chi, come il vituperato sito d'informazione nodisinfo.com, ha messo in dubbio la stessa morte di Paul. Sul web, anche chi ha le gambe corte come le bugie può diventare un campione di velocità.

Crediti: melty.fr, Youtube