Matteo Salvini: Su Facebook il "reportage" dalla scuola di Rozzano

Matteo Salvini a Rozzano
Ecrit par

Matteo Salvini si è inserito col solito garbo nella vicenda della scuola di Rozzano al centro dell'attenzione dell'opinione pubblica per il non caso del Natale negato.

Una scuola di Rozzano, in provincia di Milano, è giunta alla ribalta nazionale a causa della presunta decisione del dirigente scolastico di “negare il Natale” in segno di rispetto verso gli alunni non cristiani. Se la storia aveva un certo sentore di bufala sin dagli inizi, la situazione si è chiarificata di parecchio nelle ultime ore, quando il dirigente scolastico ha rassegnato le sue dimissioni con una lettera in cui ha spiegato meglio gli avvenimenti, grazie alla quale abbiamo potuto scoprire come non fosse stata negata alcuna cerimonia natalizia e l'unico diniego posto in essere fosse rivolto ad una proposta di due mamme che volevano utilizzare la pausa mensa per insegnare canti religiosi ai piccoli cattolici. Attività verso la quale il Dott. Parma conferma la sua contrarietà perché avrebbe fatto sentire esclusi gli altri bambini.

La ricostruzione degli avvenimenti operata da Valigia Blu

Come potete vedere nell'esauriente ricostruzione degli avvenimenti messa in atto da Valigia Blu, molti nomi della politica e della cultura (Matteo Salvini, Matteo Renzi, il sottosegretario Faraone, ma anche Michele Serra) sono entrati nella vicenda senza documentarsi adeguatamente e senza capire la bufala che avevano di fronte. Matteo Salvini in questi minuti sta facendo molto di più, perché recatosi davanti alla scuola per donarle un presepe (ma una volta i leghisti non erano celtici?) sta documentando le pessime condizioni in cui versa l'istituto, promuovendo un facile parallelismo del tipo: “il preside si preoccupava dell'integrazione quando la scuola cade a pezzi”. Vi lasciamo col “reportage” di Salvini, invitandovi a confrontare le basi dei suoi ragionamenti con la ricostruzione dei fatti operata da Valigia Blu.

Salvini giunge col presepe
Ma si accorge subito che nelle scuole italiane ci sono problemi infrastrutturali
Altro che #buonascuola, qui è uno schifo!
La scuola è ancora sporca, ma adesso ha un presepe!
Crediti: corriere.it