Renzi festeggia l'abolizione del Senato twittando, ma non mancano le critiche

Matteo Renzi riforma
Ecrit par

La Camera dei Deputati ha approvato in prima lettura la riforma della Costituzione che prevede, tra le altre cose, l'abolizione del Senato come lo conosciamo. Renzi twitta per la soddisfazione, ma non tutti sono d'accordo.

Matteo Renzi è raggiante per la tappa parlamentare odierna, che ha certificato l'approvazione alla Camera dei Deputati, in prima lettura, del testo della riforma costituzionale che, tra le altre cose, metterà fine al bicameralismo perfetto, togliendo molti poteri al Senato che diventerà una camera non elettiva di circa 100 rappresentanti. Il percorso di una legge costituzionale non è semplice come quello di una legge ordinaria, quindi il testo dovrà essere di nuovo approvato da entrambe le camere in seconda lettura e, se questa seconda approvazione non avrà il voto favorevole di almeno i 2/3 dei componenti di entrambi i rami del Parlamento, sarà sottoposto ad un referendum confermativo. Nonostante ciò si è trattato di un momento molto importante per il Governo Renzi, con il Presidente del Consiglio che ha affidato a Twitter la sua soddisfazione per gli accadimenti di questa mattina.

L'argomento è molto importante ed ovviamente su Twitter è molto discusso, con l'hashtag #RiformaCostituzionale in trend topic. Se le opposizioni sono molto contrarie alla riforma, anche all'interno della stessa maggioranza non mancano coloro che hanno votato sì senza convinzione, come l'area considerata vicina a Bersani (che lamenta un'eccesso di autoritarismo derivante dalla somma di riforma costituzionale e Italicum) o che sono addirittura usciti dall'aula al momento del voto, come Civati.

Crediti: web