Massimo Ferrero difende Conte su Twitter: "Sì agli oriundi, Italia sia Paese moderno"

Ferrero sugli oriundi
Ecrit par

Massimo Ferrero dice la sua sulla polemica riguardo l'opportunità di utilizzare calciatori oriundi nella nazionale. Leggi di più su meltyBuzz.

La questione del giorno nel calcio italiano (se escludiamo Calciopoli che è una questione più datata) è la discussione riguardo l'utilizzo di oriundi nella nazionale di calcio. Gli oriundi sono stati storicamente convocati (su 4 Campionati del Mondo vinti dall'Italia, l'unico senza oriundi è stato quello del 1982), ma da alcuni decenni non si è più fatto ricorso a questa pratica. La convocazione degli oriundi è ripresa con Mauro Camoranesi circa 10 anni fa e da allora i commissari tecnici li stanno prendendo in considerazione (basti pensare ad i casi Paletta ed Osvaldo). Con la convocazione di Eder e Vazquez, però, la polemica si è riaccesa più forte che negli altri casi, probabilmente perché non parliamo di nomi così altisonanti e quindi alla discussione sulla nazionalità dei calciatori si sta probabilmente iniziando anche a sommare un ragionamento sull'utilità tecnica degli stessi.

Massimo Ferrero, col tweet che vi abbiamo appena mostrato, non ha dubbi sulla parte da scegliere in questa contesa. Il Presidente della Sampdoria scaccia il sospetto di essere poco obiettivo a causa del fatto che uno dei due calciatori, Eder, sia proprio della sua squadra, e ragiona in senso più ampio sul fatto che l'Italia debba aprirsi al mondo ed essere un Paese più moderno. Voi la pensate come Ferrero o come Salvini? Fateci conoscere la vostra opinione menzionando il nostro account Twitter ufficiale @meltybuzz_it.

Crediti: Web