Mary Sole: 'Una Ragazza Online' che sta conquistando YouTube!

La Youtuber Mary Sole
Ecrit par

Mary Sole, o anche "Una Ragazza Online", è una YouTuber e Webstar emergente, che sta conquistando con il suo calore il cuore dei fan: leggi l'intervista su meltyBuzz!

E' giovane, giovanissima, ma sta già conquistando il cuore dei suoi fan su YouTube e sugli altri social networks. Mary Sole, all'anagrafe Mariasole Pollio, ha 13 anni, è nata e vive a Napoli, ed è una Youtuber emergente che sogna, da grande, di diventare un'attrice affermata. Il suo canale YouTube, attivo dal 2014, ha poco più di 3 mila iscritti e vanta vlog, rubriche e challenge, ma è su Facebook che Mary Sole ha conquistato il cuore dei suoi fan, che la seguono in più di 5 mila e le riempiono la bacheca con centinaia di like e commenti. A 13 anni non è poco essere in grado di creare video appetibili per il grande pubblico, montarli e pubblicarli. E nemmeno avere un seguito del genere. Rispetto ai suoi "colleghi" più famosi (Alberico De Giglio, Antony Di Francesco, Favij ecc. ecc.) Mary Sole è più acerba, ma ha un talento che si sta esprimendo sempre più e promette di farla esplodere nel mondo di YouTube e del Web in generale. Nell'intervista esclusiva per meltyBuzz, Mary ci ha raccontato i suoi sogni e le sue paure, cosa la spinge a fare video e cosa si aspetta nel futuro, rivelandoci così un po' del suo mondo.

Ciao Mary Sole! Come è iniziato il tuo percorso da Youtuber? Ho iniziato ad affacciarmi al mondo di YouTube perché sentivo l'esigenza di parlare con qualcuno e di far capire che anch'io ero in grado di trasmettere emozioni attraverso uno schermo.

Cosa ti piace dell'attività di girare video? La cosa che mi piace di più è di poter far spuntare un sorriso a chi mi guarda e soprattutto la sensazione di mettermi ogni volta in gioco.

Quali video ti piace di più girare? Amo girare video dove parlo di quello che mi accade, dei miei così detti disagi: chi è che non li ha alla mia età? Mi diverto tantissimo anche con le challenge.

Quali sono gli youtuber a cui ti ispiri o che ammiri di più? Al momento non c'è uno in particolare, ma seguo con attenzione quelli "più grandi", poiché penso che da ognuno di loro io possa imparare qualcosa.

Preferisci Youtube o Facebook come piattaforma per i tuoi video? Sicuramente YouTube ti permette di poter arrivare ad un pubblico molto vasto, ma preferisco Facebook. E' qui che posso interagire con le persone e sentirle più vicine.

Pensi che la popolarità potrebbe cambiarti? E' una domanda che mi sono sempre posta quando non avevo ancora intrapreso questa strada. Ho sempre pensato che se fossi stata all'improvviso catapultata in una realtà differente dalla mia, mi sarei sentita forse fuori luogo proprio perché mi hanno sempre insegnato a mettere al primo posto l'interiorità e l'umiltà. Quindi se un giorno dovessi essere considerata popolare, cercherei di restare sempre me stessa.

Cosa vedi nel tuo futuro? Qual è il tuo sogno nel cassetto? Nel mio futuro vedo una me che è riuscita a realizzare tutti i suoi sogni, che è riuscita a farsi conoscere attraverso i suoi video e ad essere considerata una Youtuber che trasmette emozioni. Ma il mio grande sogno nel cassetto è sempre stato quello di diventare un'attrice: è da quando avevo tre anni che studio e mi impegno per far sì che accada. Io ci credo.

Che rapporto hai con i tuoi fan? I miei fan li definisco Disagiati: con loro ho un bellissimo rapporto, cerco sempre di essere presente. E'meraviglioso ricevere il loro affetto attraverso tutti i messaggi e i video che mi dedicano. A volte sembra un sogno: il mio sogno che si sta avverando. Ed è solo merito loro, che stanno credendo in me. Quindi non finirò mai di ringraziarli.

Cosa pensa la tua famiglia della tua "carriera" da Youtuber? Ho una famiglia meravigliosa, sempre presente e pronta ad aiutarmi nel bene e nel male. In questo percorso mi sono stati molto vicini, anche perché ci sono stati momenti difficili: essere esposti non sempre è facile come sembra. Per una ragazza giovane come me, non avere punti di riferimento vorrebbe dire perdersi. Ma in generale i genitori sono fondamentali e ti danno il giusto equilibrio. Quindi è grazie a loro se sono quello che sono.

Crediti: facebook Mary Sole