Mario Adinolfi: Il Popolo della Famiglia viene censurato perché fa paura

Mario Adinolfi e la censura
Ecrit par

Sul blog del Popolo della Famiglia continuano le congetture sulla censura che sta attaccando il movimento politico in questi giorni.

Del fatto che il profilo di Mario Adinolfi sia stato bloccato, convincendo il leader del Popolo della Famiglia a non utilizzarlo più, ne avevamo già parlato. A quanto pare, però, il blocco del profilo di Marione non sarebbe stato l'unico tentativo censorio a toccare il movimento politico, visto che come apprendiamo dal blog degli amici della famiglia tradizionale anche le pagine Facebook del partito e del quotidiano La Croce sono state bloccate per 30 giorni a seguito della pubblicazione dell'articolo in memoria di Bud Spencer. La censura è sempre un fatto sgradevole, ma le approfondite analisi del think tank che si spende per il concetto secondo cui “la famiglia è formata da mamma e papà” ha le idee molto chiare sugli avvenimenti di questi giorni. Evidentemente il costituirsi del soggetto politico che difende i “valori non negoziabili” spaventa il sistema dell'informazione. E voi cosa ne pensate? Diteci la vostra, se vi va, menzionando l'account Twitter ufficiale @meltybuzz_it.

Il blog del Popolo della Famiglia in carne e pixel
Crediti: http://marioadinolfi.ilcannocchiale.it/, web