Mancini vs Sarri: "Mi ha dato del finocchio, è un razzista" e Twitter si infiamma

Roberto Mancini
Ecrit par

Clamorosa la coda dei quarti di finale tra Napoli ed Inter, con Roberto Mancini furioso nei confronti di Maurizio Sarri che l'ha apostrofato col termine “finocchio”.

Che il mondo del calcio non fosse esattamente gay friendly ce ne eravamo già accorti con la celebre intervista a Marcello Lippi che, in maniera inverosimile, dichiarò che nello sport più amato d'Italia non ci fossero omosessuali (come se fosse un problema, tra l'altro). Nei giorni immediatamente precedenti al DDL Cirinnà, anche la Coppa Italia di Calcio si è trasformata in una cartina di tornasole dell'omofobia latente nella nostra società. Il termine “Finocchio” è ancora utilizzato al fine di insultare qualcuno e Roberto Mancini si è fatto espellere a pochi minuti dal termine del quarto di finale contro il Napoli per la reazione veemente scatenata proprio dall'epiteto ricevuto dal collega (che tra l'altro non è la prima volta che si esprime così). In molti non si erano accorti delle motivazioni del parapiglia a fine partita, ma è stato lo stesso Mancini (che a quanto pare giustificò nel 2000 insulti razzisti nei confronti di Vieira) a rivelare l'increscioso episodio ai microfoni della Rai, dichiarando che una persona che utilizza quel tipo di linguaggio è un razzista che non dovrebbe stare nel mondo del calcio (anche se su Twitter è partito l'hashtag #iostoconsarri). Una volta scoperto il clamoroso retroscena, Twitter si è scatenato nei commenti alla vicenda, come possiamo notare dai tweet di @DarioDaleo “Roberto Mancini grande Uomo. Fuoriclasse Umano oltre che Sportivo. Un vero Esempio” e di @putipo “Prima non ricordava di averlo detto, poi s'è ricordato, poi chiede scusa a Mancini, poi agli omosessuali. Mo ce dirà che è pure gay #Sarri .”. Vi lasciamo col tweet di @Nonleggerlo che include anche il video della denuncia di Mancini. Diteci cosa ne pensate, se vi va, menzionando il nostro account Twitter ufficiale @meltybuzz_it.

Crediti: web