M5S: Le migliori gaffe del 2015 a 5 stelle

Il peggio del M5S - 2015
Ecrit par

Si conclude un 2015 molto prolifico per il M5S, almeno per quanto riguarda il settore delle gaffe sui social network (e non solo).

Se l'anno pentastellato si è chiuso col botto con la pubblicazione del libro con le fosche previsioni di Gianroberto Casaleggio su di un futuro che prevederà l'assenza di macellerie ma la presenza della gogna, ciò non deve farci dimenticare che sono state molte, nel corso dell'anno, le posizioni particolari prese da numerosi esponenti del Movimento. Il M5S è probabilmente, insieme alla Lega Nord, il partito più sanguigno dell'arco costituzionale e non mancano quasi mai gli spunti divertenti derivanti da qualche dichiarazione o qualche idea espressa senza prevederne per tempo le ricadute istituzionali e di immagine. Se il #nonholeprovema di Alessandro Di Battista è diventato un hashtag di culto, ecco gli altri momenti più divertenti (tranne uno) dell'anno a 5 stelle selezionati da meltyBuzz.

Questa non è affatto divertente Alle primarie di Milano pochi voti ma di qualità
Paola Taverna preferisce la medicina preventiva ai vaccini, che notoriamente non sono preventivi Renzi ricorda a Giarrusso che Mosul è in Siria e non in Iraq L'impareggiabile Taverna paragona i 5 Stelle a Gesù Cristo
Crediti: huffington post, web , Corriere TV, ilfattoquotidiano.it, Agenzia Televisiva Nazionale Vista