M5S: La senatrice Elena Fattori minaccia di denunciare Nonleggerlo?

Elena Fattori M5S
Ecrit par

Elena Fattori non ha preso bene il fatto che Nonleggerlo l'abbia inserita nella sua rubrica sul “peggio delle settimana” e ha affermato di "valutare le azioni da fare col suo avvocato".

Nonleggerlo è uno dei più celebri segugi del web italiano ed ha una rubrica su L'Espresso dedicata proprio alle cose peggiori che emergono dai profili social del politici. È tornato dalle ferie da poche ore ed ha scoperto il post della Senatrice M5S Elena Fattori che si lamentava per essere stata inserita nel così chiamato “stupidario” del 14 agosto (insieme a tanti altri politici di tutti gli schieramenti) a causa di un post su Facebook. Nel post la senatrice condivideva un link al blog La Stella, nel quale era presente un articolo dal titolo “Ma quale celiachia. Chiamatela RoundUp” in cui veniva affermata la presenza di una correlazione tra il grano trattato con il prodotto RoundUp della famigerata Monsanto e i casi di intolleranza al glutine.

Il post della discordia
M5S: La senatrice Elena Fattori minaccia di denunciare Nonleggerlo?

Nel post dedicato a Nonleggerlo, infatti, si minaccia di “valutare le azioni da fare con l'avvocato” perché nell'articolo si dà per scontato che la Senatrice sia d'accordo con il link proposto, quando invece l'ha soltanto condiviso. La questione è “appassionante” e ha una serie di strascichi notevoli. Nonleggerlo, infatti, sarebbe ritenuto colpevole di aver dato per scontato che la condivisione significasse automaticamente appoggiare i contenuti dell'articolo (però, in effetti, se si condivide un post senza aggiungere altro e poi nei commenti se ne difende il contenuto è difficile pensare cose diverse), al pari della pagina Facebook “No alle pseudoscienze” che per la stessa ragione è stata costretta a rettificare un post (la vicenda è ben ricostruita qui). Voi cosa ne pensate di questa diatriba? Diteci la vostra menzionando l'account Twitter ufficiale @meltybuzz_it.

Crediti: web , giornalettismo