La serie gay G&T conquista il web, intervista al regista Francesco D’Alessio

Tommaso e la coinquilina Sara
Ecrit par

Oltre 16.000 visualizzazioni in una settimana: ottimo esordio per la web serie G&T (Giulio e Tommaso), giunta oggi al secondo episodio. Il tema? “L’amore tra un gay e un etero”. melty.it ha intervistato il regista Francesco D’Alessio.

Il giovane attore e regista torinese Francesco D’Alessio si trova di fronte a un paradosso. Ha realizzato una web serie gay di 14 episodi, con l’obiettivo di raggiungere un pubblico ampio, non solo proveniente dal pubblico LGBT. Ma per farsi capire ha bisogno di chiamare le cose con il nome sbagliato: “G&T – si legge ‘get’ - è una storia d’amore tra un gay e un etero”. Non è vero, e lo conferma lui stesso al telefono. E’ una storia tra due persone che vorrebbero amarsi ma vivono in maniera diversa la propria sessualità. Giulio (interpretato dallo stesso Francesco) ha fatto coming out da parecchi anni, ed ha avuto storie con altri uomini. Tommaso (Matteo Rocchi) convive con la sua futura sposa, e di Giulio è stato il migliore amico, fino a quando l’amicizia tra i due non si è trasformata in attrazione sessuale. Il resto della storia è tutta da scoprire sul sito ufficiale, su gay.it ed altre piattaforme. “E’ che in Italia siamo obbligati a dare delle etichette”, si giustifica. “Certo, il vero tema della web serie è l’accettazione della propria sessualità in una società dove non esiste neppure una legge sulla discriminazione sessuale”.

La serie gay G&T conquista il web, intervista al regista Francesco D’Alessio

Già autori de ‘Gli amici di Oskar’, fiction “che è uno spaccato dell’ambiente omosessuale italiano”, Francesco e l’associazione RTA Movie questa volta vogliono portare il tema al di fuori delle nicchie web ad uso esclusivo della comunità LGBT. Ma gli spettatori devono superare una “selezione all’ingresso”: una scena di effusioni molto esplicita tra i due protagonisti all’inizio del primo epiosodio. Non c’è il rischio di escludere una parte del pubblico? “E’ stata una scelta voluta – spiega Francesco – Se quella scena dà fastidio al pubblico, allora può lasciar perdere. Ma se la supera, nella serie troverà tanti altri argomenti”. Tra questi c'è una relazione parallela, altrettanto complicata, tra due eterosessuali: Sara, la coinquilina di Giulio, e Gianluca, migliore amico di Tommaso. La scelta del regista è una chiara affermazione di normalità e eguaglianza in un mondo mediatico dove il sesso è onnipresente: “una scena così tra due uomini la Rai non la manderebbe in onda neppure alle tre di notte”.

La serie gay G&T conquista il web, intervista al regista Francesco D’Alessio

Il processo creativo di Francesco, che ha scritto i testi di 'G&T' con Matteo Rocchi e coinvolge decine di ragazzi e ragazze torinesi, parte dalle esperienze personali. “Io ho fatto coming out quando avevo 20 anni. Il web, che ora dà alla comunità omosessuale la possibilità di confrontarsi sulle difficoltà, allora non era così sviluppato. Quand’ero piccolo pensavo di morirci dentro”. E ciò nonostane Torino, dove è nato 32 anni fa, “sia forse la città più aperta d’Italia da questo punto di vista”. Il progetto, completamente auto-finanziato, inizia a dargli soddisfazioni. Come una mail, ricevuta da un ragazzo che non ha la fortuna di vivere in una grande città e deve nascondere la propria sessualità: “Se non altro siete riusciti a dare una boccata d’aria fresca a un ragazzo di 18 anni che vive in una città di provincia”. “Mi dispiace per lui – commenta Francesco – ma è proprio questo uno degli obiettivi del mio lavoro”. Guarda su melty.it il primo episodio della serie!

La serie gay G&T conquista il web, intervista al regista Francesco D’Alessio