Ilenia Lazzarin: Ecco il mio "Posto... sul web", intervista esclusiva

Ilenia Lazzarin: Intervista esclusiva all'attrice di Un posto al sole
Ecrit par

La bella attrice di "Un posto al sole" ci ha concesso un'intervista in occasione dell'apertura del suo nuovo blog: "Ora che ho imparato a gestirla, mi piace essere popolare, ma ho i piedi per terra". Leggi di più su meltybuzz.it.

Ilenia Lazzarin è un'attrice bella e solare, napoletana di adozione (vive nella città partenopea da più di dieci anni). Ha intrapreso la via della recitazione a 17 anni, partecipando al real-movie di Gilberto Squizzato, Atlantis. Da lì, la strada è stata in discesa: Ilenia ha partecipato a un film americano con le gemelle Olsen, diventando poi un pilastro nella soap-opera "Un posto al sole" nei panni di Viola e recitando anche al fianco di attori del calibro di Terence Hill in "Un passo dal cielo". Attiva anche nel sociale, Ilenia ha spesso aderito a campagne di raccolta fondi e di volontariato estero, trascorrendo periodi in Kenya e Somalia. Ha un sito e, da pochi giorni, anche un blog personale nel quale promette di scrivere i suoi pensieri e la sua quotidianità. "Abbandonerò i social network e risponderò ai fan solo attraverso il blog", ha comunicato sulla pagina Facebook. Noi le abbiamo chiesto di raccontarci le sue esperienze, i momenti più emozionanti della sua carriera e il suo rapporto con i fan e i social network.

Ilenia Lazzarin: Ecco il mio "Posto... sul web", intervista esclusiva

Ciao Ilenia! Hai esordito a diciassette anni come attrice su Raiuno: com'è cambiata la tua vita da allora? Se facessi ora un punto della situazione dai miei diciassette anni a questi trentuno potrei dire che sono stati anni di liberazione, come se quel "lato artistico" che ribolliva dentro avesse trovato finalmente una valvola di sfogo. Il problema è che ha alimentato sempre più creatività, fantasia e voglia di fare: ora mi ritrovo con mille altri sogni sempre più ambiziosi e impegnativi. Credo sia vitale tenere sempre viva l'ambizione, la creatività e la fantasia. Ora sono molto più stressata, ma molto più soddisfatta!

Hai conquistato la notorietà soprattutto dopo essere diventata una dei protagonisti della soap "Un posto al sole". Com'è cambiato il tuo modo di interagire con i fan? La popolarità inizialmente mi ha un po' invaso, e mi ha spaventata. Poi quando ho imparato a gestirla, ho riscoperto in essa un modo di comunicare ed interagire che mi arricchisce e fa bene alle persone che mi seguono. Cerco sempre di essere positiva, perché questa è la mia natura. Provo a trasmettere a loro il mio ottimismo e la mia curiosità. Non sempre viene compresa, ma so che se per un 30% di persone tu non farai mai abbastanza, c'è un 70% che apprezza e ti carica.

Ilenia Lazzarin: Ecco il mio "Posto... sul web", intervista esclusiva

Il tuo nuovo blog si chiama "Ilenia Lazzarin Lifestyle": di cosa ti occuperai principalmente? E come è nata la voglia di aprire un blog? Il blog per ora è ancora un "embrione" in fase evolutiva, credo che affiderò a lui tutte le mie riflessioni, i miei entusiasmi, i miei momenti di creatività. Ma essendo una cosa prettamente "artistica" devo aspettare l'ispirazione. Per ora posto foto divertenti che mi ritraggono in momenti della giornata. Credo che alla gente faccia bene seguire persone ottimiste e cariche di qualcosa di "diverso" dal solito che si vede in giro. Mi occuperò un po' di tutto. Vorrei piano piano dedicarmi di più a quello che ai social network, il problema è sempre il tempo. Ho anche una vita!

Sei anche molto impegnata nel sociale. Senti di poter diventare un modello per chi ti segue? Hai intenzione di occuparti anche di sociale nel tuo blog? Sì, il sociale mi dà molto, mi mantiene con i piedi ben piantati in terra, ridimensiona tutti i problemi che qui in occidente noi chiamiamo "problemi", ma che in realtà non lo sono. So che con poco, posso dare un buon esempio. Ci credo molto.

Sei seguitissima anche sulla tua pagina Facebook. Riesci a occuparti dei tuoi spazi social da sola? Per ora ci sto riuscendo, perché credo che se dovessi assumere qualcuno che se ne occupa non sarebbero più i MIEI profili, ma i profili di qualcuno che posta notizie su di me. Per questo ci sono i giornalisti, le riviste, il sito RAI.... Credo di essere apprezzata per questo e credo che il segreto per il numero così elevato di fan sia il fatto che cerco di rispondere sempre con quello che sono i miei pensieri e la personalità. Se non lavoro passo anche 4/5 ore sui social, nelle pause o quando sono a casa, o in palestra mentre mi alleno. Ovviamente ci sono sempre i "criticoni"mai contenti, ma non ho il tempo di occuparmi anche di quello. Ho acquisito la consapevolezza che non si può mai piacere a tutti. Anche se dedicasse l'intera giornata a rispondere troverebbero qualcosa da criticare.

Hai lavorato anche con Neri Marcoré e Luciana Littizzetto, oltre che con registi importanti come Stefano Sollima e Francesco Micciché: qual è l'esperienza cinematografica o televisiva che ritieni ti abbia fatto crescere di più? Il mio film in pellicola e in lingua inglese che ho girato da ragazzina (2002) mi ha insegnato tantissimo in pochissimo tempo, solo un mese di riprese. Ma credo che in assoluto la produzione che mi ha dato e mi sta dando di più sia quella di "Un Posto Al Sole". Nessuno immagina i ritmi serrati che abbiamo, e per quello che bisogna produrre ritengo che la qualità sia altissima. Noi produciamo 24 minuti di girato al giorno, un episodio. Basti pensare che nel cinema si girano due o tre minuti. In 20 minuti si gira una scena magari di pianto e disperazione, e subito dopo una goliardica di commedia, per passare ai 20 min successivi ad una scena romantica. Devi essere molto allenata e preparata per rendere "vere" situazioni così diverse in così poco tempo.

Hai recitato anche in inglese... Com'è stato confrontarsi con il mondo cinematografico d'oltreoceano? Ormai l'inglese lo parlo fluentemente e mi sento sicura,è la seconda lingua più parlata al mondo ed è l'unico modo per renderci internazionali e seguire il resto del mondo. Dovrebbero conoscerla tutti. Ma durante quel film lo stavo ancora studiando,avevo vent'anni e quell'esperienza è stata una grandissima iniezione di conoscenza, sapere e consapevolezza. Ho perso sei chili in un mese, non reggevo i ritmi di quel set a Roma, alternati a quelli del set Napoletano di UPAS. Dormivo due ore a notte. Mi ha fortificato, ma ne sono uscita devastata. Pero mi piace tantissimo come lavorano gli americani, una produzione molto curata, che tutela l'attore. Avessi fatto solo quello sarebbe stato perfetto. Volevo fare tutto, e la mia lezione è stata che il troppo stroppia!

Quali sono i tuoi progetti per il futuro? Dove ti vedresti tra 10 anni? Ho ancora molti sogni e progetti, e più vado avanti più me ne creo. Un obiettivo ambizioso per me stessa l'ho raggiunto e concluso l'anno scorso con una Laurea. Ci tenevo a saperne qualcosa in più ma è stata molto dura. Ora il tempo che impiegavo prima per studiare è libero, e siccome si tratta di tante ore a mia disposizione mi sto dedicando a vari progetti, anche a un po' di sano riposo. Tra dieci anni? Vorrei tanto essere diventata mamma. Ma non ora, non prima di aver realizzato gran parte dei miei sogni. La vita è breve, e il tempo non rispecchia mai i nostri bisogni, bisogna darsi delle priorità.

Intervista a cura di Francesca Canelli

Ilenia Lazzarin: Ecco il mio "Posto... sul web", intervista esclusiva - photo
Ilenia Lazzarin: Ecco il mio "Posto... sul web", intervista esclusiva - photo
Ilenia Lazzarin: Ecco il mio "Posto... sul web", intervista esclusiva - photo
Crediti: Youtube, Google