Il Lercio: Perché hanno oscurato la pagina FB per 24 ore

Il Lercio censurato
Ecrit par

La pagina Facebook del blog satirico "Il Lercio" è stata oscurata nelle ultime 24 ore. Scopri cos'è successo.

La pagina Facebook della testata satirica Lercio.it è stata bloccata per 24 ore a causa di un articolo-bufala il quale ha evidentemente fatto scattare la censura del social network più conosciuto e usato al Mondo. Forse i geniali ideatori dei titoli più strampalati del Web si sono spinti un po’ troppo in là offendendo la sensibilità di alcuni utenti? D’altronde negli ultimi tempi è sempre più diffuso il dibattito tra libertà di satira e censura, basti pensare alle polemiche avvenute per la vignetta che Charlie Hebdo aveva fatto all’indomani dei fatti di Colonia utilizzando in maniera controversa l’immagine di Aylan, oppure la bufera che ha coinvolto il blog Spinoza.it per il tweet su Enzo Bosso. Ebbene in questo caso questa chiave interpretativa non sembra troppo azzeccata dato che il titolo della discordia era il seguente: “Bergamo, prete smentisce le accuse di razzismo inculandosi un chierichetto etiope”. Inoltre il tutto fa ancora più scalpore se si pensa che solo qualche giorno fa agli Oscar aveva trionfato il film “Spotlight”, che denunciava proprio gli abusi sessuali dei preti nei confronti dei minori negli Stati Uniti.

Neanche a dirlo però gli admin di Lercio hanno preso questa censura imposta dall’alto con la consueta ironia, pubblicando sulla community-page un post in cui hanno rivelato: “AVVISO: Cari amici lerci, l'articolo pubblicato ieri mattina ha provocato il blocco della nostra pagina fino a pochi minuti fa. Non sappiamo perché sia successo, probabilmente abbiamo violato qualche standard della comunità: il titolo conteneva la parola 'Bergamo'. Vi invitiamo, comunque, a cercarlo sul nostro sito”. Noi per aiutarvi a trovare l’articolo in questione vi mettiamo quindi a disposizione il link.

Crediti: web