Hotel Giubileo: Gli alberghi esentasse a Roma e le reazioni su Twitter

L'inchiesta de L'Espresso
Ecrit par

Un'interessante inchiesta de L'Espresso mostra come funziona il mercato dell'accoglienza dei fedeli che si recano a Roma per il Giubileo.

Dopo le inchieste di Emiliano Fittipaldi, tocca nuovamente a dei giornalisti de L'Espresso fare luce su aspetti poco chiari legati alla gestione delle entrate vaticane. L'articolo di Luca Sappino e Michele Sasso (che potete leggere integralmente qui), infatti, fa luce sul giro d'affari che sta dietro al grande flusso di pellegrini che si sta recando a Roma per il Giubileo della Misericordia: un business da svariati miliardi di euro, spesso esentasse grazie alle vantaggiose condizioni che possono offrire le case vacanze controllate da società con sede in Vaticano che godono di extraterritorialità e quindi, per dirla con gli autori dell'inchiesta, “non devono presentare bilanci e riescono a sfuggire alle leggi italiane in materia fiscale”. Secondo una stima del consigliere comunale romano Riccardo Magi, circa il 38% delle case per ferie di proprietà ecclesiastica non ha mai versato l'Imu, mentre il 24% lo versa ad intermittenza: “La legge prevede l'esenzione Imu se non c'è scopo di lucro, ma qui ci sono offerte che danno idea della modalità commerciale. Con il nostro dossier abbiamo svelato l'evidenza di un'evasione sistematica. Ed è eclatante”. Cosa ne pensate dell'inchiesta de L'Espresso? Diteci la vostra, se vi va, menzionando l'account Twitter ufficiale @meltybuzz_it.

Crediti: web