Paola Caruso e Gracia De Torres vs Raggi e Meloni: Isola dei Famosi come Roma?

L'Isola dei Famosi come il Comune di Roma
Ecrit par

L'Isola dei Famosi è giunta all'ultimo atto, con la sfida tra Paola Caruso e Gracia de Torres sugli scudi. In altre parole, un antipasto di quello che vedremo alle Comunali di Roma.

Si chiude stasera l'edizione 2016 dell'Isola dei Famosi, per molti la più trash e porno di sempre. Nella puntata di lunedì 9 maggio su Canale 5 si scoprirà chi tra Paola Caruso, Gracia De Torres, Mercedesz Henger, Jonas Berami e Giacobbe Fragomeni succederà alle scoppiettanti sorel(Le) Donatella. Al trio Mercedesz, Giacobbe e Jonas si aggiungerà quindi il "superstite" dalla sfida popolare tra la Bonas e Gracia. In pratica, un mezzo antipasto di quello che avverrà a Roma in occasione delle Elezioni Comunali più "avvincenti" degli ultimi decenni, con la sola differenza che in Honduras il "ballottaggio" avrà luogo in anticipo. Gli ingredienti ci sono tutti: in primis la rivalità tutta al femminile tra la bionda Caruso, con il suo alter ego Giorgia Meloni (che sul caso photoshop è bersagliata quanto la Bonas e le sue presunte tette rifatte), contrapposte alle more Gracia/Virginia Raggi, nei cui armadi pende qualche scheletro - nello specifico, l'autenticità del lato b per Gracias e un curriculum "berlusconiano" per Virginia. E poi ci sono gli outsider.

La giovane Mercedesz è figlia d'arte (di "tanta" madre Eva Henger) come Rachele Mussolini, alleata della Meloni, è nipote illustre della Buonanima; il tenebroso Jonas Berami, archiviate le dicerie su lui e Marco Carta, è colui che salva l'onore dell'estetica maschile come lo yuppie Alfio Marchini nel centrodestra; infine il sottovalutatissimo e "ipodotato" Giacobbe, che da quando è all'Isola si è prosciugato quasi come il piddino Roberto Giachetti dopo gli scioperi della fame anti-Porcellum. Ce n'è per tutti i gusti e gli stomaci... Come diceva qualcuno, prima di (tele)votare è bene tapparsi il naso.

Crediti: Archivi web