Gli Eurocrati: L'intervista alla pagina FB che domina l'Europa

3 domande a Eurocrati
Ecrit par

Questa settimana per la rubrica "3 domande a" abbiamo intervistato la pagina Facebook "Gli Eurocrati". Scopri di cosa si tratta su meltyBuzz.

L'Unione Europea, come molti analisti tendono a sottolineare ogni giorno, è nel momento più critico dalla creazione nel lontano 1957. La crisi economica che ha colpito il continente ha favorito la crescita di movimenti populisti, nazionalisti ed euroscettici che vorrebbero tornare alle vecchie valute e agli ordinamenti statali. D'altronde se le decisioni che vengono prese sempre dall'alto in maniera tutt'altro che democratica, non riguardano i problemi reali delle persone, ma si occupano di regolarizzare materie come pesca e caratteristiche di prodotti alimentari (che tra l'altro sono a favore degli extra europei spesso), risulta difficile sentirsi veramente europeo. Basti pensare al caso greco, per il quale Angela Merkel, vero padrone incontrastato dell'Unione (che recentemente ha pure fatto piangere una bambina), sta lasciando nella povertà il popolo che ha inventato la democrazia e la filosofia. Queste riflessioni sono sicuramente quelle che girano di più sui giornali, sui social network e tutti gli altri media del nostro paese. Nella nostra rubrica 3 domande a però abbiamo voluto sentire l'opinione dei responsabili di tutto ciò, ovvero "Gli Eurocrati". Gli autori di questa pagina Facebook ci hanno concesso la possibilità di realizzare quest'intervista esclusiva, rispondendo alla nostra richiesta con questa frase: "Normalmente non parliamo con i media non all'interno della lista approvata dalla commissione europea ma faremo un'eccezione".

Come e quando vi è venuta l'idea di creare questa pagina? Abbiamo ideato questa pagina ormai qualche anno fa quando abbiamo iniziato a notare come la comunicazione dei nostri straordinari successi economici, fiscali e politici fosse resa superficialmente dai giornalai mediterranei. Abbiamo dunque ritenuto opportuno aprire un canale di comunicazione diretto con le masse dell'Europa del sud. Mantenendo tuttavia il più stretto anonimato.

Come hanno preso gli “eurocrati” l’esito del referendum in Grecia? Quale sarà il futuro dell’Unione Europea per voi che rappresentate la tecnocrazia europea? Il referendum in grecia, come avevamo ampiamente previsto, non è servito a nulla. Contro il potere di Bruxelles non può esserci vittoria. Presto Tsipras, una volta approvate le nostre draconiane misure sarà costretto a dimettersi e imporremo un nostro proconsole. Così è sempre stato e così sempre sarà.

Quali sono i “segreti” che hanno avuto più successo e quali sono i commenti più divertenti che avete ricevuto dai vostri fan? Abbiamo notato che i nostri fan apprezzano particolarmente le straordinarie gesta del Vicepresidente Katainen (e in particolare di Aura Salla, a causa dei loro bestiali istinti che non riescono a contenere) e quelle dei ministro Schaeuble. In generale notiamo come l'avervi fatto scoprire personaggi altrimenti oscuri alle cronache abbia galvanizzato molti fan che, finalmente, si sono accorti della loro totale inadeguatezza e si sono avviati su una strada di redenzione e pagamento del debito. Cordiali saluti e si ricordi che dal sogno europeo non può esserci risveglio.

Crediti: web