Giovanni Trapattoni telecronista Rai: 3 video cult del Trap

il mitico Giovanni Trapattoni
Ecrit par

Il mitico Giovanni Trapattoni commenterà per Rai 1 le partite della Nazionale di Antonio Conte. Ci farà divertire ancora? Riviviamo tre momenti cult della carriera del mitico Trap!

Altro giro, altra corsa. A 79 anni Giovanni Trapattoni ha ancora voglia di mettersi in gioco e, questa volta, lo farà in televisione. L’ex allenatore di Inter, Milan e Juventus commenterà le partite della Nazionale azzurra per Rai 1 e sarà parte integrante del salotto di opinionisti della Domenica Sportiva, in onda dal prossimo 23 agosto su Rai 2. Questo nuovo ruolo da telecronista non spaventa affatto il mitico Trap, che alla stampa ha rivelato: “È una nuova esperienza. Nella vita ogni esperienza ti fa crescere, anche in un altro ambiente. Sono stato per tantissimi anni a contatto con i vostri colleghi della stampa e della televisione, oggi mi trovo seduto dall'altra parte, ad analizzare e fare osservazioni sul calcio. Questo mi incuriosisce molto”. In cabina di commento Trapattoni sarà affiancato dal telecronista Alberto Rimedio, mentre nella trasmissione condotta da Alessandro Antinelli si troverà faccia a faccia con l'eterno rivale Zdenek Zeman, reduce da una sfortunata esperienza alla guida del Cagliari. C’è grande curiosità per questa nuova avventura televisiva del Trap nazionale e melty, per ingannare l’attesa, vi propone la top 3 dei momenti storici della carriera dell’allenatore lombardo, quelli che rimarranno per sempre impressi nella memoria di ogni appassionato di calcio che si rispetti. Quanti strafalcioni riuscirà a dire in tv?

Oltre a quello da gioco, il campo di battaglia preferito da Trapattoni è sempre stato quello delle conferenze stampa. È lì che il Trap ha sempre dato il meglio di sé, in Italia ma soprattutto all'estero, dove gli exploit più famosi li ha regalati in tedesco. Il più leggendario, che tutti conoscono a memoria, è senza dubbio quello di Monaco di Baviera quando il mister (allora alla guida del Bayern Monaco) inveì contro un calciatore dal cognome piuttosto familiare. Anche in in inglese però, Giovanni Trapattoni sa come dare spettacolo. Durante la sua esperienza da allenatore della Nazionale Irlandese provò addirittura ad insegnare ai giornalisti i proverbi in italiano. Infine, ritornando al tedesco, fu emblematico l'interrogativo che pose da c.t. del Red Bull Salisburgo nel 2006. Dopo un discorso farfugliante ai limiti della comprensibilità, chiese agli inviati presenti in sala: "Ma è possibile che non capite mai un c****?" . Semplicemente geniale.

1- MA È POSSIBILE CHE NON CAPITE MAI UN C****? 2- DON’T SAY CAT… 3- STRUNZ: LA CONFERENZA STAMPA DEL SECOLO
Crediti: web , youtube