Gigi Datome chiede ai fan su Facebook di aiutarlo negli allenamenti

Gigi Datome si allena coi fan
Ecrit par

Luigi Datome, capitano della Nazionale di pallacanestro italiana, ha sorpreso tutti i suoi fan con una richiesta particolare: “Chi mi aiuta con gli allenamenti? ”.

Immaginate cosa potrebbe accadere se, domani mattina, Buffon decidesse di chiedere una mano ai suoi fan per tenersi allenato nel corso dell'estate? Un qualcosa del tipo: “Ragazzi tra due ore vi aspetto al campetto, mi fate due tiri in porta”? Ovviamente l'ipotesi è molto remota, considerato lo status di star che avvolge la maggior parte delle stelle calcistiche nostrane ed a maggior ragione i campioni più quotati della Nazionale. Se c'è uno sport che, invece, sta dimostrando di mantenere anche a livelli professionistici la giusta dimensione ludica delle origini, questo è sicuramente il basket. Dopo le divertenti incursioni social di Riccardo Cervi, infatti, anche Gigi Datome ha deciso di dialogare direttamente con i suoi fan, tra l'altro proponendo a questi ultimi la cosa più bella in assoluto: “chi viene a farsi due tiri con me? ”.

Gigi Datome è il capitano della Nazionale di Basket ed è reduce da un'avventura biennale nell'NBA non troppo felice, anche se caratterizzata da alcuni segni di risveglio negli ultimi mesi della passata stagione, in seguito al passaggio ai Boston Celtics. Al momento è senza contratto perché sta aspettando la chiamata giusta da oltreoceano, ma tutti i maggiori club europei stanno facendo carte false per cercare di trattenerlo nel vecchio continente, a partire dalla milionaria Milano di Giorgio Armani. Il personaggio, dunque, è davvero di grande livello. Non sorprende, però, la conferma del suo essere “alla mano” già dimostrato in tantissime occasioni. Dopo l'allenamento con i tre fortunati che hanno potuto raggiungerlo presso la palestra, ecco arrivare il secondo post, quello dei ringraziamenti. Tutti noi auguriamo la migliore carriera possibile ad un ragazzo così umile, magari iniziando proprio da quell'Europeo che lo vedrà in campo tra due mesi. Difficile, ma non impossibile!

Crediti: Getty