Gigi D'Alessio e l'ambulanza: "Gli ospedali non perdano tempo su queste cose"

Gigi D'Alessio e il caso ambulanza
Ecrit par

Gigi D'Alessio ha donato un'ambulanza senza sapere cosa poteva succedere in seguito. Il cantautore si mostra esasperato: "gli ospedali non perdano tempo su queste cose".

Gigi D'Alessio potrebbe quasi essersi pentito di aver donato un'ambulanza all'ospedale Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta, dopo il giro di polemiche (che sembra non arrestarsi ancora) sorto attorno a questo strano caso. L'antefatto: l'ospedale ha tolto il nome inizialmente affisso sull'ambulanza, perché non era previsto nell'accordo con il cantautore. "Quando fui contattato dai dirigenti di Uliveto e Rocchetta per fare da testimonial, io proposi di fare il concerto", racconta Gigi D'Alessio in un'intervista a Il Mattino. La sua partecipazione ha permesso di raccogliere i fondi necessari all'acquisto dell'ambulanza neonatale. Deluso dalla cancellazione del nome (ha trovato anche il sostegno social di anna Tatangelo), ha chiarito prima che "l'importante è che l'ambulanza continui a lavorare", mentre l'appunto nei confronti dell'azienda ospedaliera interessata viene rinnovato: "Con tante emergenze e carenze, non si capisce come mai all’ospedale si dedichi tempo a occuparsi di una cosa così".

Crediti: Gigi D'Alessio, FAcebook