Gabriel Garko, Madalina Ghenea, Virginia Raffaele: I Virus di Sanremo 2016 (3^ serata)

Garko, Ghenea e Raffaele sono i Virus della terza serata di Sanremo 2016
Ecrit par

Il suicidio mediatico definitivo di Gabriel Garko, il decolleté mozzafiato di Madalina Ghenea e Virginia Raffaele in versione Donatella Versace sono i Virus della terza serata di Sanremo 2016.

Zompettando allegramente da un record di audience all'altro (?), siamo finalmente giunti alla terza serata di questo 66° Festival di Sanremo. Dopo le prime due serate in cui abbiamo potuto ascoltare tutti i brani dei big in gara, ieri sera abbiamo tutti ripreso un po' fiato e ci siamo distesi con la puntata dedicata alle cover. La serata a dire il vero è stata un po' moscia e il premio agli Stadio - che hanno reintepretato il successo di Lucio Dalla "La Sera dei Miracoli" - sembra più che meritato, vista l'assenza di fantasia dei concorrenti - persino gli Elii sono risultati un po' noiosi. Ovvio che nella mediocrità generale, le uniche note virali sullo spartito riguardino i cp-conduttori del Festival. Primo fra tutti il povero Gabriel Garko. Dopo le critiche della prima serata e l'accanimento - sui social e sulla stampa tutta - sulla sua inadeguatezza, il bell'attore piemontese ha deciso di giocare la carta dell'autoironia. Lo scoprirà solo oggi, forse, ma il suo tentativo di riabilitazione è stato in realtà un definitivo suicidio mediatico. Oramai lo prendono in giro tutti e dell'uomo che non deve chiedere mai è rimasta solo l'ombra. Gabriel ora sembra più il compagno di scuola un po' sfigato su cui tutti si sfogano. Ma c'è un lato positivo: il punto più basso è stato raggiunto, ora non si può che risalire. Anche perché le critiche stanno diventando ripetitive e - diciamolo - anche un po' stucchevoli. Se persino Selvaggia Lucarelli si è decisa a difenderlo è proprio perché sta facendo tenerezza un po' a tutti. Coraggio!

Madalina Ghenea, invece, è sempre più sicura di sé. Per indossare certi abiti - al vestito da tigressa della prima serata (ve lo ricordate?) si è aggiunto (nella classifica dei più orrendi) quello da mocio di ieri sera - ci vuole davvero un bel coraggio. E nonostante tutto, nessuna papera, nessuna indecisione. Il suo sorriso fermo e rassicurante l'ha confermata alla perfezione nel suo ruolo di valletta accanto a Carlo Conti. L'ingresso di ieri sera dalla platea con un Garko sempre più minato nella sua credibilità, inoltre, le ha dato un'ulteriore marcia in più. La coppia più bella del mondo, sì. Ma è lei che la tiene in piedi. Potremmo darle un bel 7 per come si è comportata nel corso di queste prime tre serate, se non fosse che ad un certo punto si è presentata con quel vestito. Eh sì, un abito rosso fuoco con una scollatura vertiginosa che ha infiammato i social e ha proiettato Madalina nell'alveo delle star del Festival. In un attimo, abbiamo subito capito perché quei gran pezzi di uomini come Leonardo DiCaprio e Michael Fassbender abbiano perso la testa per lei. Mica scemi. Ecco, dopo averla vista con quel vestito non possiamo che sbilanciarci: voto 8.

Ma Madalina non è l'unica donna ad aver illuminato questa seconda edizione del Festival firmata Carlo Conti. La vera numero uno, infatti, al momento è senza ombra di dubbio Virginia Raffaele. Dopo l'imitazione perfetta di Sabrina Ferilli nella serata inaugurale e quella di Carla Fracci nella seconda, l'attrice ha portato in scena quello che, secondo noi, è forse uno dei suoi personaggi più esilaranti: la stilista Donatella Versace. Ieri sera c'era tutto. Il portamento, con le mani infilate nelle tasche del tailleur pantalone e la sigaretta in mano, la voce - forse un po' troppo simile a quella di Ornella Vanoni, ma comunque efficace, - le battute un po' ciniche - da antologia la sua faccia quando Carlo Conti le annuncia che gli ospiti della serata sarebero stati i Pooh -, ma soprattutto il trucco e il parrucco, che hanno permesso a Virginia di giocare costantemente con il suo corpo, facendone un protagonista essenziale della sua performance: dalla palpebra bloccata alla scena esilarante in cui l'attrice modella la plastica con cui sono stati realizzati le labbra e il mento del suo personaggio. Momenti a tratti quasi disgustosi. Stando a ciò che si è scritto sui social, è lei la vera vincitrice di Sanremo. E noi siamo d'accordo. Voi che ne pensate? Venite a dire la vostra twittando al nostro account ufficiale @meltybuzz_it.

Federico Iarlori - @fredjarl

Crediti: web