Gabriel Garko: Lo spavento (ma non solo) sui social

Gabriel Garko e l'esplosione a Sanremo
Ecrit par

L’incidente di cui è stato vittima Gabriel Garko ha generato sconcerto e panico sui social. Ma non solo…

Sconcerto a Sanremo. La villetta dove risiedeva Gabriel Garko in attesa del Festival ha subito un’esplosione nella mattina del 1 febbraio. L’incidente, dovuto a una fuga di gas, ha causato la morte dell’anziana proprietaria dell’immobile, 77 anni, mentre Garko sarebbe rimasto solo ferito per la caduta di alcuni calcinacci. Le condizioni dell’attore, portato subito al pronto soccorso di Borea, non sarebbero gravi: la prognosi è di 10-15 giorni (>>>qui qualche info in più sulle sue condizioni). L’inaspettato incidente ha suscitato immediatamente le reazioni convulse dei social. Dallo sconcerto all’immancabile sarcasmo. “Gabriel Garko in ospedale,sono sconvolta” twitta @carmen_pirri; “Normalmente avrei fatto dell'ironia su Gabriel Garko.. Ma nell'esplosione è morta una donna, santa pazienza... Almeno voi un po' di tatto” scrive @_martine_; “Sanremo, esplode la casa di Garko. Festival già maledetto: una vittima” fa eco @marconicolett11. C’è chi polemizza, come @morganalafata63: “Esplosione della villa a san remo.. Morta la proprietaria sotto le macerie, ma l attenzione è rivolta solo a gabriel garko e il suo sanremo”.

>> Leggi anche: Gabriel Garko e la polemica sulle homepage dei quotidiani sull'incendio

Ma, anche in questo caso, su Twitter il trend che dilaga maggiormente è l’ironia. “Gabriel #Garko ferito dopo un'esplosione a #Sanremo. Si è salvato grazie all'effetto airbag della bocca” scrive @LaTonteria; “#Sanremo: esplosione nella villa che ospita Gabriel Garko. Fortunatamente il materiale di cui è fatto è ignifugo” fa eco @Paguro_Bernando; “#Sanremo, esplode la villa che ospita Gabriel #Garko: muore un'anziana! E' stato uno zigomo di #Garko a causare l'esplosione!!” commenta @SoProfAssai, e così via. Ormai la macchietta garkiana non è immune a nulla, neanche con gli incidenti potenzialmente mortali.

Crediti: Ares Film, Ragusa News, Allon