Francesco Sole racconta la sua storia in un video e si schiera contro il cyberbullismo

Lo youtuber Francesco Sole
Ecrit par

Francesco Sole pubblica un video, ma non come il suo alter-ego, ma proprio come Gabriele Dotti. Racconta la sua storia e parla dell’odio che gli viene riversato contro tutti i giorni e si unisce a tutte le persone vittime di cyberbullismo, che invita a confrontarsi con lui. Guarda il video su meltyBuzz

Stavolta a parlare non è Francesco Sole, ma è Gabriele Dotti che racconta la sua storia, racconta il suo percorso come youtuber e da normale ventenne che decide di lasciare l’università per dedicarsi alla sua passione. Racconta di come ha scelto il suo nome d’arte: Francesco perché è un nome comune e Sole come il nomignolo che gli dava sua madre quando era bambino, una storia normale, a tratti quasi commovente. L’espressione di Gabriele parla di quanto sia stato ferito da tutto questo odio, non dice che sia per la macchina bruciata ma perché di fatto sta facendo una guerra contro l’odio, contro l’odio che dal web degenera nella vita reale, del cyber bullismo che ha spinto alcuni adolescenti a togliersi la vita. Francesco Sole / Gabriele parla di chi spinge quest’odio e invita a rispettare il web come un luogo per tutti e ringrazia quante persone gli sono state vicino il questi giorni un po’ difficili in cui l’odio nei suoi confronti è uscito dal web e si è trasferito per strada. Francesco Sole si dà una missione nuova dopo questo evento, ovvero offrire per quanto possibile un aiuto alle persone ghettizzate dal web: le vittime del cyberbullismo.

Sul finale del video Francesco Sole / Gabriele afferma che stare sul web pieno di comunicazione “marcia” ovvero piena di insulti e minacce di morte quotidiane, che non rispettano la libertà d’espressione “gli fa schifo”. Per tale motivo ha deciso di mettere come immagine di copertina una schermata bianca con un hashtag giallo molto chiaro che dice: #iohosceltoilsole. Questo video veicola un messaggio positivo contro il cyberbullismo, tuttavia forse sul finale può risultare un po’ troppo buonista o utopistico. In somma Francesco Sole non è un supereroe e molte delle cose che ha fatto fin d’ora possono essere considerate delle banalità, ma su una cosa ha ragione: questo clima di odio che si sta sviluppando sul web è insano e sempre di più si manifesta anche fuori “dalla rete”.

Crediti: www.newsdayoutube.it