Forte Forte Forte, Giancarlo Magalli, Favij: I Virus della Settimana

I fan di Favij criticati da una pagina Facebook
Ecrit par

Forte Forte Forte massacrato sui social, Giancarlo Magalli eroe delle quirinarie e i fan di Favij nel mirino di una pagina Facebook che li definisce "ritardati". Insomma, i Virus di questa settimana o li ami o li odi. Scopri di più su meltyBuzz.

E' inutile negarlo: anche la televisione ha i suoi capri espiatori. E Forte Forte Forte, il nuovo talent di RaiUno condotto da Raffaella Carrà, è uno di questi. Dopo le prime due puntate, pare che tutti abbiano fatto a gara per massacrare la trasmissione sui social, nessuno escluso. Come se altri talent del tipo Italia's Got Talent fossero dei format capolavoro o come se non fossimo abituati alle formule per il grande pubblico (di una certa età) confezionate dalla prima rete pubblica. Le critiche di Selvaggia Lucarelli, ad esempio, che durante tutta la serata di esordio si è divertita a scrivere tweet al vetriolo contro la trasmissione sono state talmente evidenti da scatenare la reazione della figlia di Sergio Japino, uno degli autori del programma. Il botta e risposta tra le due degenera addirittura in un teatrino di dubbio gusto, tra l'una che parla di "certa gente che dovrebbe scopare di più" e l'altra che le dà della raccomandata. Altra novità assoluta alla Rai, tra l'altro. Le critiche degli internauti si sono soffermate soprattutto sul cosiddetto "gioco del tocco" e sulla relativa colonna sonora "Ce la farò", definito da Selvaggia Lucarelli come "il momento più ridicolo della storia della televisione italiana". Se poi ci si mettono anche "Quelli che il calcio" a fare la parodia, e uno dai gusti raffinati come Stefano De Martino a prendere in giro la trasmissione, significa proprio che non c'è più speranza.

Altrettanto ridicolo è stato il tormentone che ha visto protagonista Giancarlo Magalli alla Presidenza della Repubblica. Eppure, in questo caso, il fenomeno è stato piuttosto apprezzato dagli internauti. Il nome del conduttore, diventato oramai da mesi un simbolo della viralità sul web - guarda il video epico dei The Pills - è stato il più votato dai lettori del Fatto Quotidiano. Altro che Rodotà. Sul web pare che oramai non si parli d'altro: dalle meme virali alle pagine Facebook dedicate alla questo strambo fenomeno mediatico. Logico che la cosa finisse anche fuori dalla Rete, dal flash mob con Magalli lanciato in aria all'intervista per Le Iene. Chi avrebbe ma potuto immaginare, lui per primo, che Magalli sarebbe diventato una vera e propria rock star. Peccato che da questi sogni dadaisti prima o poi ci si debba svegliare. L'ora di Giancarlo Magalli - nonostante lui avesse deciso comunque di non ritirarsi, nonostante fosse consapevole che si trattasse di uno scherzo - non è arrivata e agli utenti non resta che scambiarsi il Vine della Boldrini che ripete per 10 lunghissimi minuti il nome di Magalli durante lo scrutinio le schede alla Camera.

Persino Favij, lo youtuber più seguito d'Italia - qui vi avevamo spiegato per quali motivi votarlo ai Melty Future Awards 2015 - può vantare una sua schiera di detrattori. O meglio, diciamo che c'è chi lo lo critica indirettamente riferendosi alla presunta "idiozia" di chi lo segue. La pagina Facbook "I fan ritardati di Favij", infatti, è un po' in contro tendenza con le lodi ricevute dal giovane eroe del web, che dall'alto del suo milione e mezzo di abbonati al suo canale YouTube oramai sembra essere dappertutto, dalla penna di Roberto Saviano, che invita i lettori a non sottovalutare gli youtuber come lui, alle pagine virtuali di Repubblica, che ospitano una sua rubrica sui videogiochi. Eppure, i creatori della pagina Facebook, intervistati in esclusiva da meltyBuzz, ci hanno detto che i suoi fan non sembrano essere altrettanto geniali: "l'idea della creazione di questa pagina è nata dal fatto che, in principio, ritrovandoci frequentemente a leggere tra i commenti inviati sotto ai video di Favij o tra i post creati dai fan all'interno della sua pagina Facebook e vedendoci sommersi da schiere di evidenti errori grammaticali,frasi prive di senso logico e mostruosità illustrate, creavamo screenshot per condividere tali scempi con i nostri amici”. Come dire: spesso capita che qualità e quantità non vadano a braccetto.

Federico Iarlori

Crediti: rai.tv, YouTube