Expo: Selvaggia Lucarelli difende Fedez in un post

Selvaggia Lucarelli su Fedez
Ecrit par

Il tweet di Fedez in supporto dei #NOEXPO, misteriosamente sparito, è stato commentato da Selvaggia Lucarelli, che ha difeso il rapper: "Non è responsabile, semmai i responsabili sono si giornalisti che danno adito alle suo opinioni". Leggi di più su meltyBuzz.

"Fedez non è responsabile". Così Selvaggia Lucarelli sul tweet del rapper in supporto dei manifestanti #NOEXPO, che hanno causato diversi danni a Milano durante l'inaugurazione dell' EXPO. Ma la blogger non è stata tenera con chi dà adito alle opinioni di Fedez. Se, infatti, lui è solo un cantante di 25 anni "che da un po' ha deciso di dirci la sua sul rap e e i problemi del pianeta", i giornalisti che riportano le sue dichiarazioni come fossero fondamentali "sono i veri responsabili". Ecco il tweet completo di Selvaggia Lucarelli: "Non ritengo Fedez responsabile degli atti di vandalismo a Milano, nonostante il suo "Sono con voi" di stamattina e altre dichiarazioni piuttosto superficiali che ho letto in vari tweet e in un'intervista sull'argomento. Trovo che ritenerlo responsabile sia sopravvalutarlo. Al limite, sono responsabili della sopravvalutazione ridicola di Fedez i giornalisti che da un anno a questa parte riprendono le sue dichiarazioni come fossero perle di saggezza assolute partorite dal nuovo maitre a penser del mondo occidentale. Fedez è un ragazzo di 25 anni che da un po' ha deciso di dirci la sua sul rap e e i problemi del pianeta, sulla bagna cauda e sulle diseguaglianze sociali, e va bene così. Siamo in democrazia, ognuno può dire quel che gli pare. Ho sempre avuto la sensazione che la cosa gli stesse prendendo la mano e che forse fosse troppo imbeccato, ma la cosa veramente insopportabile sono sempre stati, a mio avviso, i titoloni dei giornali su sue frequenti banalità o semplificazioni della realtà tipiche dei 25 anni. E' per questo che chi oggi gli si rivolta contro, specie i giornalisti, mi fanno ridere: il mostro l'avete creato voi. L'avete convinto, probabilmente senza una sufficiente cultura storica e politica, del fatto che ogni sua sentenza avesse dignità di notizia e questi sono i risultati: lui che scrive una cazzata, poi la cancella perché s'è accorto della cazzate e giù mille giustificazioni impanicato, che lo ricatapultano alla velocità della luce nella sua dimensione di ragazzo. E allora Fedez, ti voglio dire una cosa. Parlavi di Generazione boh. Io da oggi mi toglierei qualche certezza e tornerei ai boh, che ti viene meglio fare il cantante che il no global. E te lo dico con affetto, perché il Fedez genuino che non predica, ma racconta e canta, mi piace e mi manca pure un po'. Pensaci. Per le certezze, c'è tempo".

Crediti: facebook, web