Draker88: Streamer di League of Legends e molto altro! (intervista)

Simone, aka Draker88
Ecrit par

Streamer (soprattutto di LoL) e da poco anche Youtuber: Draker88 ha 25 anni e tanti fan che seguono le sue partite e i suoi consigli. Noi lo abbiamo intervistato per voi, leggi di più su meltyBuzz.it.

Simone ha 25 anni e viene dalla provincia di Massa Carrara. Ma quello che lo distingue davvero è la sua passione per i videogiochi, che lo ha portato a scegliere lo sviluppatore come mestiere e lo streamer come hobby. Il suo nome "d'arte" è Draker88, un nome nato quaso per caso, come ci ha raccontato nell'intervista, e i suoi fan lo conoscono soprattutto per gli streaming su Twitch e YouTube di League of Legends. Per chi non lo sapesse, LoL è un videogame online in cui due team di giocatori si fronteggiano in un'arena, conquistando livelli durante la battaglia e facendo crescere così il proprio personaggio. Pubblicato nel 2009 da Riot Games, nel 2011 aveva già superato i 70 milioni di registrazioni. Draker88 gioca dal 2011 e cerca di aiutare gli utenti meno esperti fornendo loro consigli, rispondendo alle loro domande, ma anche a diventare consapevoli dei propri limiti, smettere di incolpare altri giocatori e insegnando loro a divertirsi in ogni partita. Giocatore dall'età di 3 anni, è stato chiamato a partecipare all'evento di Riot Games per League of Legends come commentatore tecnico durante il festival Lucca Comics, tappa annuale per appassionati di fumetti, videogiochi, Giappone e luogo di incontro per tanti Youtubers. Nell'intervista Draker88 ci ha raccontato qual è stato il suo percorso, cosa pensa di YouTube e quali sono i suoi progetti futuri.

Ciao Draker! Raccontaci il tuo percorso, i tuoi esordi da streamer se ti va... Ho iniziato a fare streaming a gennaio 2013, quindi relativamente da poco, e per caso. Avevo comprato un nuovo computer e iniziato a fare streaming per alcuni amici. Poi ho provato a giocare in streaming una partita di League of Legends e, vedendo che ero seguito e che mi divertivo nel farlo, ho proseguito su Twitch e da circa due mesi sono approdato anche su YouTube.

Quando è nata la tua passione per i videogiochi? Gioco da quando avevo 3 anni, quindi direi che è una passione ben radicata in me! Con alcuni amici stiamo sviluppando anche un nuovo gioco, che speriamo possa essere pronto entro due anni. Il mio obiettivo è infatti quello di diventare sviluppatore nel settore dei videogiochi.

Su YouTube fioriscono sempre più "gamer": qual è secondo te la differenza tra uno streamer e un gamer? La differenza fondamentale sta nello scopo per cui si realizza un video. Io lo faccio per istruire sulle modalità di gioco, far salire di livello gli utenti e aiutarli a superare le difficoltà. I gamer invece vogliono principalmente divertire, ma come giocatori non devono necessariamente salire di livello o essere "bravi".

Qual è lo Youtuber che ammiri di più? E quello che invece proprio non sopporti? Diciamo che tra quelli italiani ammiro molto Farenz, perché mi piacciono i contenuti dei suoi video e come li esprime: non dice mai che è una cosa "è così e basta", ma semplicemente dà le sue opinioni. Gli stranieri che mi piacciono sono invece Sp4zie (dice sempre quello che pensa) e Brentalfloss. Tra quelli che invece non seguo c'è Favij: non fraintendetemi, è bravo e sa interpretare ciò che la gente vuole, ma diciamo che il target dei suoi video è 10-15 anni e io l'ho superato da un bel po'...

Da dove deriva il tuo nome? L'ho scelto quasi per caso: dovevo decidere velocemente un nik-name per registrarmi a LoL e non potendo scegliere il nome del personaggio che serviva per il login ho usato la prima parola che ho avuto sotto tiro. Draker era il nome di una cartella che avevo sul desktop ed era il nome in alpha del protagonista del gioco che stavo sviluppando. L'ho visto e eccomi qua!

E invece l'espressione che usi spesso durante i tuoi streaming, "oppela"? Dalle mie parti è un'esclamazione, si usa quando si fa qualcosa di "figo", tipo segnare un goal in porta: da piccoli la usavamo spesso. Mi scappò una volta durante la mia prima custom online e da li è rimasta un'icona.

Cosa pensi del successo di LoL? Come te lo spieghi? Il successo secondo me è dato dall'unione di molte meccaniche vincenti. E' un gioco in cui puoi confrontarti con altri giocatori e giocare addirittura con i tuoi amici, ha una curva di apprendimento molto alta ed è ben sviluppato. Da non appassionato di calcio, giocando a LoL ho compreso la passione di seguire una partita e tifare per la propria squadra preferita! Ora capisco perchè LoL stia avendo successo nel settore degli esports. Vedere i team piu' forti del mondo lottare per conquistare il primo posto è magnifico, ogni anno al World Championship io ed i miei amici ci divertiamo a seguire l'evento in diretta ed è sempre uno spettacolo!

Quali sono i tuoi progetti per il futuro? Continuerò a fare streaming e inserirò alcune novità, cercando di diventare sempre più professionale. Dal punto di vista di YouTube invece proverò a girare video più divertenti, per far ridere la gente. Ognuno ha i fatti suoi e le sue scocciature durante la giornata: mi piacerebbe aiutarli a "staccare" almeno nei minuti in cui guardano il mio video.

Cosa diresti ai tuoi fan? Innanzitutto li ringrazio tantissimo perché non credevo di raggiungere tanto successo in così poco tempo. Voglio migliorare ancora anche se mi sono accorto che fare streaming ha aiutato molto anche me, soprattutto a capire che la colpa degli insuccessi (nel gioco come nella vita) non si può attribuire sempre a fattori esterni. Invito tutti a continuare a seguirmi e a esprimere la propria opinione, brutta o bella che sia. Tutte le critiche sono ben accette, basta che dicano cosa pensano realmente.

Crediti: facebook, Youtube