#DolceeGabbana: La lettera di Heather Parisi "Non esistono figli della chimica né di un Dio minore, esistono figli"

La reazione della Parisi.
Ecrit par

La soubrette Heather Parisi ha pubblicato sul suo sito una lettera aperta ai due stilisti, in seguito alle polemiche sulla famiglia "tradizionale". Intanto #DolceeGabbana e #BoycottDolceGabbana sono top trends su Twitter.

Non si spengono le polemiche dopo l'intervista che Dolce e Gabbana hanno rilasciato al settimanale Panorama la scorsa settimana. Le due icone della moda e del mondo gay si sono lasciati andare a dichiarazioni che stanno infiammando il web: "Non l’abbiamo inventata mica noi la famiglia. L’ha resa icona la Sacra famiglia, ma non c’è religione, non c’è stato sociale che tenga: tu nasci e hai un padre e una madre. O almeno dovrebbe essere così, per questo non mi convincono quelli che io chiamo figli della chimica, i bambini sintetici. Uteri in affitto, semi scelti da un catalogo. E poi vai a spiegare a questi bambini chi è la madre. Procreare deve essere un atto d’amore, oggi neanche gli psichiatri sono pronti ad affrontare gli effetti di queste sperimentazioni». Le reazioni? Intanto la campagna di boicottaggio lanciata da Elton John, che è top trend su Twitter. E poi le lettere, i commenti, le reazioni sdegnate. Oggi arriva la reazione di Heather Parisi, la famosa soubrette che prende posizione contro i due stilisti, rivendicando la sua famiglia "non tradizionale". Sul sito della Parisi leggiamo: "Caro Domenico Dolce, sono la madre di due "bambini sintetici" nati con l'aiuto della scienza, di quelli che, secondo te, non hanno diritto di esistere al mondo (...) La famiglia è un'istituzione fondamentale in ogni società umana. Tuttavia, malgrado la sua universalità o proprio in ragione di ciò, ha assunto e assume nei diversi contesti sociali, culturali e storici, una straordinaria varietà di forme (...)".

Per questo la Parisi rivendica le sue scelte: "Ho avuto una sorella con un padre diverso dal mio e ho avuto quattro figli da tre uomini diversi. Non propriamente una famiglia "tradizionale" e certamente non la Sacra Famiglia (...) Non esistono figli della chimica né figli di un Dio minore, esistono FIGLI". E voi, cosa ne pensate?

Crediti: sito H. Parisi., panorama