Cristina e Luca: "La storia non è una truffa"

La verità su Cristina e Luca
Ecrit par

Torna a a parlare Marco Weiss, l'ideatore della pagina Facebook "Mentire di fronte alle spunte blu di Whatsapp", il quale con un lungo post scrive ai suoi fan "La storia di Cristina e Luca è vera, non ho truffato nessuno".

Dopo il successo inatteso per la storia di Cristina e Luca su Facebook, sono iniziate a circolare alcune voci sempre più insistenti sulla possibilità che questa saga non sia altro che il frutto della fantasia dell'ideatore della pagina "Mentire di fronte alle spunte blu di Whatsapp". Marco Weiss, questo il nome dell'admin della community-page, ha seccamente smentito con un lungo post chi lo accusava addirittura di "truffa". Il commento dell'autore comincia in questo modo "Ciao ragazzi, vi scrivo in merito ad alcune cose molto tristi che sono accadute nella giornata odierna. Come molti di voi avranno notato si è scatenata una bufera sul mio profilo privato e sulla pagina, dove sono stato accusato di aver creato appositamente la storia di Cristina e Luca". D'altronde, in esclusiva per meltyBuzz, lo stesso Marco Weiss ci aveva svelato tutti i retroscena di questa storia-tormentone, spiegando anche come aveva ricevuto gli screenshot delle conversazioni.

>> LEGGI ANCHE: Cristina e Luca: Il sostegno dei fan dopo le accuse di truffa

Ad avvalorare la tesi che si tratti effettivamente di una vicenda reale, Marco Weiss continua nel suo commento rivelando che "Qualcuno mi ha accusato di truffa. È una parola grave ragazzi, molto grave. Non ho fatturato un euro con questa storia ne ho arrecato danno a nessuno e Facebook non paga". Infatti, come spiega, l'unica cosa di originale che ha fatto sono "dei video con i miei amici, a mio modo di vedere simpatici, per poi pubblicarli su YouTube. È servito, ora ho più di 800 iscritti e posso monetizzare i miei video tramite Google Adsense. Attualmente sono a quota 3,50 $ circa". Inoltre a conclusione del testo il creatore di questa pagina tende a precisare che "La mia sola azione è quella di rendere pubblico un qualcosa che mi viene inviato,sempre dietro consenso". Insomma ci sentiamo di sostenere le parole di Marco e invitiamo anche a noi a non cascare nella facile dietrologia e nel complottismo. Facciamoci due risate e cerchiamo di capire come finirà la tormentata vicenda di Cristina e Luca.

Crediti: web