Body Shot Game, iPhone 6, ISIS: I video virali della settimana

Body Shot Game a
Ecrit par

Leccare il seno di una ragazza per avere un drink gratis, lo spoiler dell'iPhone 6 che sarà presentato ufficialmente il 9 settembre e infine i cruenti video del gruppo estremista islamico, con una nuova decapitazione e le proteste degli utenti su YouTube: i video più visti della settimana su meltyBuzz.it.

L'orrore di un nuovo video diffuso dal gruppo islamico ISIS ha tinto di nero la settimana appena trascorsa. Dopo la decapitazione del giornalista americano James Foley, è toccato all'inglese Steven Sotloff. E mentre i servizi segreti indagano sulla veridicità del video, su YouTube è nata una protesta che si ispira all'Ice Bucket Challenge, ma che ha tutt'altro scopo. Si chiama Burn ISIS Flag Challenge e consiste nel filmarsi mentre si brucia una bandiera dell'ISIS, per protesta alle violenze perpetrate dal movimento islamico. Violenze che sono state diffuse attraverso Internet, il mezzo di comunicazione più efficace della nostra epoca e in continua espansione. A proposito di tecnologie, video virale della settimana è stato quello apparso sul canale YouTube russo Rozetked a proposito dell'iPhone 6. Il nuovo gioiello della Apple sarà presentato ufficialmente il 9 settembre, ma il video ne spoilerava alcune presunte caratteristiche dello schermo e delle dimensioni. Risultato? Più di cinque milioni e mezzo di visualizzazioni.

Body Shot Game, iPhone 6, ISIS: I video virali della settimana

Con uno smartphone è stato fatto anche il video che mostra una ragazza stesa sul tavolino di una discoteca a Magaluf, diventato virale. Si tratta di un gioco erotico che consiste nel leccare i seni di una ragazza, che vengono prima cosparsi di panna, poi bere uno shot che si trova nella stessa parte del corpo, e infine versare lo stesso drink nella bocca della ragazza per baciarla appassionatamente. Che siano immorali o meno, questi "giochi" sono diventati un must dell'estate: ma soprattutto è diventato indispensabile condividerli online, in un mondo in cui la tecnologia permette di essere sempre connessi. Lasciare a ognuno la libertà di agire come meglio crede (nei limiti della legge) è giusto, ma qual è il limite della privacy, invece?

Crediti: archivio, Youtube