Berlusconi, Renzi, Faletti, Sarkozy: "I Virus della Settimana"

Matteo Renzi in versione Ulisse con Telemaco
Ecrit par

Faletti meglio da morto che da vivo e Sarkozy delinquente come Berlusconi. E intanto Renzi elimina i suoi avversari politici come Ulisse e Telemaco hanno fatto con i Proci. Il meglio, ma soprattutto il peggio della settimana su meltyBuzz.it.

La morte ti fa bello, caro Giorgio Faletti. Prima simbolo trash della televisione commerciale ai tempi dell'impero berlusconiano, oggi grande cabarettista; prima esempio dello scrittore pop e incapace che solo noi italiani siamo in grado di portare in cima alle classifiche di vendita, oggi narratore geniale, indispensabile, da leggere assolutamente se non l'abbiamo ancora fatto. “Io ucciderei” tutti quelli che non hanno il coraggio, davanti a una bara, di dire quello che pensano veramente di un'artista. E anche quelli che, come per le "Cinquanta sfumature", i video porno e il voto berlusconiano, le cose le fanno sotto le coperte, le negano o le snobbano davanti ai propri amici intellettuali e poi rispuntano fuori come funghi a salma ancora fumante. E anche quei radical chic che condannano le volgarità in nome della dittatura della sobrietà e del politicamente corretto, e poi tutti lì a rimpiangere "Drive In" e "Minchia signor tenente".

Altri articoli su Matteo RenziGiorgio Faletti attore: Da 'Drive in' a 'Notte prima degli esami'Giorgio Faletti scrittore: 'Io Uccido' e gli altri libri di successoGiorgio Faletti a Sanremo: "Minchia Signor Tenente"Giorgio Faletti cantante: Da "Signor Tenente" alle canzoni per Mina

Pochi minuti dopo l'annuncio della morte di Giorgio Faletti, tutti i principali giornali online hanno pubblicato il cosiddetto “coccodrillo”. Tutti uguali questi coccodrilli. Senz'anima. Sì, perché l'importante è essere i primi. Poi che il Corriere della Sera faccia un copia e incolla da Wikipedia e che quel pezzo non abbia alcun valore giornalistico, chissene. E' la dura legge del giornalismo 2.0. Non c'è tempo per appassionarsi. Non c'è tempo per riflettere. Talvolta non c'è tempo neanche per controllare le fonti. Altrimenti, i più grandi quotidiani europei non avrebbero mai pubblicato la notizia secondo cui l'Algeria avrebbe devoluto il compenso ricevuto ai Mondiali 2014 alla Striscia di Gaza. In effetti, considerati gli scioperi delle squadre africane, più impegnate a scannarsi per i mancati pagamenti che a giocare a calcio, si trattava davvero di una notiziona. Peccato che fosse falsa. La notizia della ragazza che ha proposto una fellatio a 23 ragazzi in cambio di una bottiglia di spumante, invece, è vera. Lei sì che è una sportiva. Come tutte quelle che fanno "mamading", la moda dell'estate che sta scandalizzando il web. Povere ragazze, hanno solo voglia di divertirsi. Che male c'è?

sarkozy, stato di fermo
Nicolas Sarkozy, ex Presidente francese

Anche la notizia dell'ex Presidente francese Nicolas Sarkozy in stato di fermo per concussione non è una bufala. Chi l'avrebbe mai detto? Proprio lui, che qualche anno fa se la rideva con la Merkel, ora deve sopportare le battutine degli utenti che sui social network lo paragonano a Berlusconi. “Quindi non eravamo poi così male”, è il sottinteso dei post degli internauti. In ogni caso, Silvio Berlusconi è acqua passata. Ora c'è il Presidente 2.0, quello giovane, sportivo, concreto, competente, trasversale. Quello che mette d'accordo tutti. E guai a paragonarlo a quel vecchio sfigato di Berlusconi, che ora pulisce il didietro agli anziani di una casa di riposo. Matteo Renzi è un intellettuale. La popolarità dell'hashtag #Telemaco è direttamente proporzionale alla "Merkel culona "di Silvio: segno di un innalzamento dei toni o del fatto che la politica non è altro che gossip? Frasi come “se l'Europa si facesse un selfie” servono solo ad essere twittate oppure sono davvero importanti? Siamo sicuri che Renzi non stia utilizzando internet come Berlusconi ha utilizzato la tv, cioé come un linguaggio nuovo con cui riempire il vuoto istituzionale e l'impotenza della politica? No, il nuovo uomo della provvidenza (eletto da Nessuno) le cose le fa. Anche se non sappiamo esattamente quali. Fatto sta che l'Ulisse de noantri i suoi avversari politici li ha fatti fuori. Come i Proci.

Federico Iarlori

Crediti: web , Pix / Visual Press Agency, Youtube, Ansa