Beppe Grillo: "Stanno addebitando 101 euro alla vostra carta", ma non è vero

Beppe Grillo Facebook
Ecrit par

Clamorosa scoperta di Beppe Grillo: non fate rifornimento con la carta, vi addebitano 101 euro! Peccato non sia vero e si tratti del classico click baiting.

L'ultimo allarme social di Beppe Grillo è rivolto ad un presunto addebito che avverrebbe nei confronti di coloro che fanno rifornimento di carburante con carta di credito. Ciò che viene denunciato con enfasi sul blog (qui il donotlink) e su Facebook è che in seguito ad un rifornimento vengono addebitati sulla carta 101 euro, che poi vengono restituiti al legittimo proprietario nel giro di pochi giorni; ovviamente tutto il ragionamento è poi seguito dalle elucubrazioni sulle incredibili speculazioni che le banche farebbero con i vostri soldi nei pochi giorni in cui li hanno tra le mani. Le cose, però, nonostante il roboante click baiting di Beppe Grillo, non stanno proprio così. I soldi non vengono addebitati, ma semplicemente congelati; e non dalle banche, ma dall'attività commerciale con cui si fa la transazione.

Grillo scopre la preautorizzazione
Beppe Grillo: "Stanno addebitando 101 euro alla vostra carta", ma non è vero

Il meccanismo è molto semplice, si chiama preautorizzazione e serve a tutelare le attività commerciali che forniscono un bene che verrà pagato in seguito. Chiunque avrà fatto benzina con carta di credito si sarà accorto che la carta viene passata prima di fare carburante e per questo nel momento in cui viene utilizzata il gestore della pompa non sa ancora quanti litri verranno erogati. Ovviamente se nella carta ci sono 40 euro e l'utente ne utilizza 50, c'è un problema per l'esercente, visto che l'addebito avviene dopo l'erogazione. Per questa ragione, tramite la preautorizzazione, l'attività commerciale (e non la banca), congela momentaneamente l'importo massimo erogabile per essere certa che qualsiasi transazione il cliente stia per fare abbia la relativa copertura economica. Si tratta di un'operazione a garanzia dei commercianti e non, come sventolato da Beppe Grillo, per far speculare le banche. Facendo un esempio più semplice, chiunque abbia prenotato una stanza di albergo con Booking scegliendo la formula “paga dopo”, con cancellazione gratuita fino a due giorni prima dell'arrivo presso la struttura, avrà verificato la stessa situazione. Come si cautela l'albergo se all'ultimo il cliente non si presenta? Appunto con la preautorizzazione che consente agli esercenti di non restare con stanza vuota e senza soldi. Cosa ne pensate sull'argomento? Se vi va, diteci la vostra menzionando l'account Twitter ufficiale @meltybuzz_it.

Crediti: web