Beppe Grillo replica stizzito a chi l'ha accusato di sconsigliare le mammografie (VIDEO)

Beppe Grillo rettifica
Ecrit par

Beppe Grillo, sul suo blog, ha pubblicato un video in cui precisa la sua posizione nella polemica sulle mammografie, accusando i giornali di aver strumentalizzato le sue dichiarazioni. Guarda il filmato su meltyBuzz.

Beppe Grillo è incazzatissimo, parole sue (come potete vedere nel video che vi proponiamo qui sotto), per la strumentalizzazione che i giornali avrebbero messo in atto sulle sue dichiarazioni sulla mammografia. La strumentalizzazione, che a detta di Grillo sarebbe avvenuta per coprire il significato forte della marcia per il reddito di cittadinanza e nascondere quindi questo importante tema ai cittadini, sarebbe stata incentrata sul seguente punto del suo discorso: il capo politico del Movimento 5 Stelle non intendeva, infatti, sconsigliare la mammografia, ma voleva soltanto dire che "oggi si tende con un'informazione tendenziosa come questa fatta dalle grandi case e dai grandi gruppi farmaceutici a trasformare una persona sana in un malato cronico". Il video, sul blog, è accompagnato da un post (che potete vedere qui) che ne esplicita meglio il testo.

La polemica sulle mammografie è stata ripresa anche da noi, quindi ci scusiamo con Beppe Grillo se abbiamo attinto a fonti che hanno travisato le sue parole. In ogni caso la nostra critica si basava soprattutto su un passaggio delle dichiarazioni di Beppe Grillo, ovvero la presunta differenza del due per mille nella percentuale di tumori tra donne che eseguono regolarmente la mammografia e donne che non la eseguono con regolarità. Vorremmo segnalare che la statistica, che forse nella mente di Beppe Grillo voleva rappresentare il fatto che si trattasse di una differenza molto esigua, ci parla di numeri assolutamente non trascurabili, perché in Italia ci sono 30 milioni di donne ed il due per mille di 30 milioni corrisponde a 60mila tumori in meno. Con quello che una simile cifra significa per la vita delle persone coinvolte ed anche, perché no, per le casse dello Stato, sarebbe più opportuno che un personaggio pubblico utilizzasse meno leggerezza nel trattare questi temi. E voi cosa ne pensate? Commentate la vicenda, se vi va, menzionando l'account Twitter ufficiale @meltybuzz_it.

Crediti: beppegrillo.it, web